Categoria: news

Rende sconfitta immeritata, Nossa colpisce la traversa. Al Catania i tre punti

Catania-Rende 1-0

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai Silvestri Esposito Pinto; Biagianti (23′ st Bucolo) Rizzo; Biondi (1′ st Barisic) Mazzarani (23′ st Catania) Di Molfetta (30′ st Lodi); Di Piazza (45′ st Noce). A disposizione Martinez, Fornito, Llama, Curiale, Rossetti, Sarno. All: Lucarelli
RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco Nossa Bruno Ampollini (4′ st Collocolo); Giannotti Murati (32′ st Godano) Scimia; Morselli Vivacqua (10′ st Libertazzi) Blaze (3′ st Origlio). A disposizione Borsellini, Palermo, Cipolla, Drkusic, Ndiaye. All: Guardia
ARBITRO: Carrione di Castellammare di Stabia
MARCATORI: 6′ pt Biondi (C)
NOTE: Spettatori 6383. Ammoniti Bruno (R), Biondi (C), Vivacqua (R), Scimia (R), Di Molfetta (C), Libertazzi (R), Godano (R), Rizzo (C), Tricarico (R, allenatore in seconda), Bucolo (C). Angoli 5-4 per il Catania. Recuperi 2’ pt e 4’ st

CATANIA – Non è bastata una buona prestazione al Rende per evitare il ko contro il Catania. La formazione biancorossa ha giocato a viso aperto mettendo in difficoltà un avversario che ha colpito a freddo nei minuti iniziali della partita e poi si è limitato a difendere il risultato soffrendo anche il forcing finale di un Rende che non vuole assolutamente darsi per vinto. Il Rende scende in campo con un 4-3-3 propositivo con il tridente composto da Morselli, Vivacqua e Blaze. Lucarelli conferma la formazione che ha battuto il Rieti, con l’unica variante di Biagianti al posto dello squalificato Dall’Oglio. A spaccare la partita è il Catania che dopo 360 secondi è già in vantaggio: Di Molfetta mette in mezzo un pallone che di testa Biondi infila alle spalle di Savelloni.  Il Rende non ci sta e con un approccio aggressivo prova ad alzare il baricentro della manovra, mentre gli uomini di Lucarelli provano a gestire il vantaggio. La partita entra nel vivo: ma la supremazia territoriale dei biancorossi non si traduce in azioni pericolose. Secondo tempo più divertente con il il Rende all’inseguimento del pari e il Catania che cerca di cristallizzare la gara. Di Molfetta cicca una conclusione facile, poi Di Piazza non centra il bersaglio di testa. La risposta del Rende è di quelle importanti: Furlan devia in angolo un tiro di Collocolo, sugli sviluppi del corner Nossa di testa centra la traversa facendo correre un brivido al “Massimino”. I padroni di casa calano fisicamente alla distanza e il Rende prova ad approfittarne. Continui cambi di fronte che però non vengono sfruttati a dovere. Di Piazza taglia tutto il campo ma il suo tiro viene neutralizzato da Savelloni. Poi tocca a Furlan sventare una conclusione velenosa di Giannotti. Il Rende reclama per una caduta in area di Libertazzi ma l’arbitro non è dello stesso avviso.

Catania-Rende, sono 20 i giocatori convocati

Per la gara di domani contro il Catania valevole per la diciottesima giornata del campionato di Lega Pro sono stati convocati 20 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 15 Bruno, 17 Blaze, 21 Nossa, 29 Drkusic, 31 Vitofrancesco

CENTROCAMPISTI
4 Cipolla, 5 Collocolo, 27 Murati, 10 Godano, 20 Ndiaye

ATTACCANTI
7 Libertazzi, 16 Scimia, 24 Giannotti, 9 Vivacqua, 18 Morselli

Il Rende mastica amaro. Battuto dal Bari

Rende-Bari 0-3

RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco Nossa Bruno Blaze; Collocolo (21’ st Godano) Murati Scimia; Origlio (5’ st Morselli) Vivacqua (28’ st Ampollini) Rossini. In panchina Palermo, Borsellini, Cipolla, Libertazzi, Ndiaye, Giannotti, Drkusic. All: Guardia
BARI (4-3-1-2): Frattali; Berra Sabbione Di Cesare (33’ st Esposito) Perrotta; Hamlili (40’ st Awua) Bianco (19’ st Floriano) Schiavone; Terrani (19’ st Scavone); Antenucci Simeri (33’ st D’Ursi). In panchina Marfella, Neglia, Corsinelli, Kupisz, Ferrari, Folorunsho, Cascione. All: Vivarini
ARBITRO: Miele di Nola
MARCATORI: 23’ pt Simeri (B), 43’ pt Antenucci (B), 16’ st Antenucci (B, rig)
NOTE: Spettatori 465 per un incasso di 3180 euro. Espulsi al 24’ st Rossini (R), per doppia ammonizione. Ammoniti Sabbione (B), Terrani (B), Scimia (R). Angoli 5-1 in favore del Bari. Recuperi 1’ pt e 3’ st

VIBO VALENTIA – Ancora una battuta d’arresto per il Rende che viene battuto in casa dal Bari. La formazione biancorossa orfana di Loviso e Germinio, infortunati, si schiera con un 4-3-3 dove Nossa è diventato il punto ferma della linea difensiva, Collocolo viene affiancato a Murati e Scimia mentre la novità riguarda il tridente offensivo dove Origlio viene chiamato a giocare a tutta fascia. Vivarini conferma in blocco uomini e schema tattico di domenica scorsa con Terrani rifinitore alle spalle della coppia Simeri-Antenucci. E’ il Bari a rompere gli indugi e cercare la via della rete: minuto 11 l’ex Simeri si libera bene sulla trequarti ma il tiro è centrale e Savelloni fa buona guardia. Aancora Bari: angolo di Bianco palla che arriva dalle parti di Berra, lasciato solo all’interno dell’area piccola, che prova ad andare con il piattone bucando clamorosamente l’impatto. Al minuto 22 la risposta del Rende: Rossini intercetta un buon pallone tiro-cross sul quale Vivacqua arriva con una frazione di ritardo favorendo l’intervento di Frattali. Sul capovolgimento di fronte il Bari passa: lancio lungo per Simeri che sbaglia il controlla al volo che però si trasforma in un tocco diabolico che taglia fuori Savelloni e termina la sua corsa in rete. Al 26’ ancora pericoloso il Bari: calcio di punizione di Scavone a tagliare l’intera area, da dietro sbuca Berra che di testa sfiora il palo alla sinistra di Savelloni. Il Bari trova il raddoppio al minuto 43 con Antenucci che dopo 40 metri di palla al piede resiste alla carica di Bruno e Blaze e di punta mette il pallone alle spalle dell’incolpevole Savelloni. Nella ripresa il Rende parte con un piglio diverso e ha una grande occasione per riaprire la partita: Vivacqua controlla un palla sporca e serve Collocolo ma il tiro è debole e centrale nessun problema per Frattali. Il Bari trova la terza rete su calcio di rigore:  fallo di Vitofrancesco ai danni di Perrotta innescato nella sovrapposizione da Antenucci. Dal dischetto lo stesso Antenucci non lascia scampo a SavellonI. 

Rende-Bari, sono 21 i giocatori convocati

Per la gara di domani contro il Bari valevole per la diciassettesima giornata del campionato di Lega Pro sono stati convocati 21 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 15 Bruno, 17 Blaze, 21 Nossa, 29 Drkusic, 31 Vitofrancesco

CENTROCAMPISTI
4 Cipolla, 5 Collocolo, 11 Rossini, 27 Murati, 10 Godano, 20 Ndiaye

ATTACCANTI
7 Libertazzi, 16 Scimia, 24 Giannotti, 9 Vivacqua, 18 Morselli

Rende-Bari, è aperta la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che è aperta la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Bari in programma domenica 1 dicembre alle ore 15 e valevole per la 17ª giornata del campionato di serie C. Si giocherà al “Luigi Razza” di Vibo Valentia.

Questi i prezzi dei settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna centrale coperta: 15 €; Under 14 gratis
  •  Tribuna coperta laterale:    10 €; Under 14 gratis 
  •  Settore Ospiti (Gradinata): 10 € + prevendita; Under 14 gratis 

La vendita proseguirà al botteghino dello stadio “Luigi Razza” che sarà aperto domenica mattina dalle ore 10 fino all’inizio del secondo tempo

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 nei punti vendita accreditati reperibili sul sito www.go2.it . La vendita del settore ospiti chiuderà alle ore 19 di sabato 30 novembre.

Calcio Femminile, partono le selezioni per le giovani biancorosse

Il Rende Calcio in un’ottica di crescita e sviluppo, lancia ufficialmente le selezioni per il Calcio Femminile dedicata a tutte le ragazze dai 12 ai 14 anni. L’obiettivo è quello di avvicinare al calcio femminile più ragazze possibili per ampliare il bacino di giovani e curare la crescita personale e calcistica di queste ragazze, tramite i valori dello sport, quali, il rispetto, la collaborazione, la costanza, senza mai trascurare il divertimento con cui trasmettiamo questi sani principi.

 

Rende ko nel derby contro la Reggina

Reggina-Rende 4-1

REGGINA (3-4-1-2): Loiacono Bertoncini Rossi; Garufo (35’ st Blondett) De Rose Bianchi (12’ st De Francesco) Rolando; Bellomo (25’ st Rivas); Reginaldo (25’ st Sounas) Corazza (25’ st Doumbia). In panchina Farroni, Salandria, Paolucci, Bresciani, Mastour, Gasparetto. All. Toscano
RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco Nossa Bruno Blaze (1’ st Origlio); Ndiaye (1’ st Morselli) Murati Scimia; Rossini (38’ st Godano) Vivacqua (42’ st Libertazzi) Giannotti. In panchina Palermo Borsellini, Ampollini, Cipolla, Soomets, Drkusic. All. Guardia
ARBITRO: Cascone di Nocera Inferiore
MARCATORI: 22’ pt Bellomo (Reg), 30’ pt Corazza (Reg), 28’ st Nossa (Ren), 48’ st Rivas (Reg), 49’ st Sounas (Reg)
NOTE: Spettatori 8170 per un incasso totale di 70813. Ammoniti Vitofrancesco (Ren), Reginaldo (Reg), Blaze (Ren), Giannotti (Ren), Murati (Ren), Libertazzi (Ren). Angoli 6-1 in favore della Reggina. Recuperi 0’ pt e 4’ st

REGGIO CALABRIA – Non basta una rete di Nossa ad evitare il ko nel derby con la Reggina. Rende che resta in partita fino all’ultimo dei quattro minuti di recupero.  La Reggina perde Denis durante il riscaldamento al suo posto nel 3-4-1-2 Toscano inserisce Reginaldo al fianco di Carrozza con Bellomo nel ruolo di trequartista. Il Rende risponde con un 4-3-3 con Murati in cabina di regia e il tridente composto da Rossini, Vivacqua e Giannotti. 

L’avvio del match vede la Reggina proiettata nella trequarti avversaria alla ricerca del gol che arriva anche, minuto 13, ma viene annullato per un fallo di mano di Reginaldo dopo che Savelloni aveva respinto con i piedi un tiro di Rolando. Il Forcing dei padroni di casa viene spezzato da una ripartenza di Rossini che porta al tiro Scimia ma Guarna non si fa sorprendere. La partita si sblocca sugli sviluppi di una palla inattiva: calcia Bellomo, deviazione della barriera, Savelloni preso in controtempo non può nulla. L’estremo difensore del Rende protagonista al minuto 27: botta da fuori di Reginaldo e deviazione in angolo con la punta delle dita. Il Rende fatica ad uscire e la Reggina trova il secondo gol all mezzora con Corazza che in scivolata mette il pallone alle spalle di Savelloni. 

Nella ripresa il Rende cerca di cambiare l’inerzia della partita con gli inserimenti di Morselli e Origlio, ma è sempre la Reggina a tenere in mano il pallino del gioco. Ci provano in successione Reginaldo, Corazza e Bellomo ma Savelloni non si fa sorprendere. Poi al minuto 28 è Nossa (secondo gol consecutivo) a riaprire la partita sfruttando una palla inattiva battuta da Morselli e con il piatto destro fulmina Guarna. I biancorossi prova a rimettere in carreggiata la partita e alzano il baricentro ma si espongono alle ripartenze della Reggina che nei minuti di recupero segnano ancora con Rivas e Sounas.

Reggina-Rende, sono 22 i giocatori convocati

Per la gara di domani contro la Reggina valevole per la sedicesima giornata del campionato di Lega Pro sono stati convocati 22 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 15 Bruno, 17 Blaze, 21 Nossa, 29 Drkusic, 31 Vitofrancesco,

CENTROCAMPISTI
4 Cipolla, 5 Collocolo, 11 Rossini, 28 Soomets, 27 Murati, 10 Godano, 20 Ndiaye

ATTACCANTI
7 Libertazzi, 16 Scimia, 24 Giannotti, 9 Vivacqua, 18 Morselli

Reggina-Rende, aperta la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che in occasione della gara di campionato Reggina-Rende in programma sabato 23 novembre, alle ore 20,45, i biglietti valevoli esclusivamente per l’accesso al settore ospiti potranno essere acquistati mediante il circuito VIVA TICKET al prezzo di:

  • INTERO                            10 euro (più diritti di prevendita)

La capienza del settore Ospiti (Tribuna Nord) risulta pari a 1122 posti.

Per avere l’elenco completo dei prezzi di tutti i settori e dei punti vendita abilitati consultare il sito www.vivaticket.com

La vendita dei tagliandi del Settore Ospiti, come da disposizioni ministeriali, terminerà alle ore 19 di venerdì 22 novembre.

Per problemi organizzativi non sarà possibile acquistare i biglietti del settore ospiti presso lo Stadio Granillo, pertanto al fine di evitare spiacevoli disagi si invita i sostenitori ospiti ad arrivare a Reggio Calabria già muniti di tagliando.

Rende pratico e concreto. Battuto il Picerno

Rende-Picerno 1-0

RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco Nossa Bruno Blaze; Collocolo (33’ st Cipolla) Murati Scimia; Rossini Vivacqua Giannotti (21’ st Origlio). In panchina Palermo, Borsellini, Ampollini, Libertazzi, Godano, Morselli, Ndiaye, Drkusic. All: Guardia
PICERNO (3-5-2): Pane; Caidi (25’ st Nappello) Fontana Bertolo; Melli (17’ st Vanacore) Kosovan Pitarresi Calamai Guerra (7’ st Lorenzini); Santaniello Esposito (7’ st Calabrese). In panchina Cavagnaro, Soldati, Langone, Ruggieri, Donnarumma, Sambou, Priola, Montagno. All: Giacomarro
ARBITRO: Virgilio di Trapani
MARCATORI: 11’ pt Nossa (R)
NOTE – Spettatori 165 per un incasso di 765 euro. Ammoniti Guerra (P), Fontana (P), Giacomarro (P), Giannotti (R), Bruno (R), Kosovan (P). Angoli 2-1 in favore del Picerno. Recuperi 0’ pt e 4’ st

VIBO VALENTIA – Un gol di Nossa regala tre punti pesanti al Rende che in un colpo solo torna alla vittoria ma soprattutto aggancia in classifica il treno salvezza. Atteggiamento offensivo quello del Rende che si schiera con tre attaccanti (Giannotti, Vivacqua e Rossini) supportati dagli inserimenti da dietro di Scimia. In difesa conferma per Nossa al fianco di Bruno. Non stravolge l’impianto tattico Giacomarro che nel suo 3-5-2 si affida alla cerniera Kosovan-Pitarresi-Calamai per fare da filtro alla difesa e innescare le due punte Santaniello ed Esposito. Il terreno pesante caratterizza una partita che mette in palio punti pesanti con il Rende deve lasciare l’ultimo posto in classifica. L’impressione che sarà un match non esaltante dal punto di vista dei contenuti tecnici è chiara fin da subito. Far viaggiare la palla è quasi impossibile e così si assiste ad una serie infinita di lanci lunghi. A passare in vantaggio, dopo 11 minuti è il Rende che capitalizza uno schema su palla inattiva: batte Murati, palla che taglia tutta l’area di rigore, da dietro spunta Nossa che non lascia scampo a Pane. La formazione di Giacomarro, colpita a freddo, sbanda ma prova ad organizzare una risposta valida che arriva sempre sugli sviluppi di una palla inattiva ma il colpo di testa di Santaniello termina alto. L’occasione per il pari arriva ancora da una palla inattiva: calcia Melli inzuccata di Fontana e le dita di Savelloni evitano il peggio. 

Il Picerno comincia la seconda frazione in maniera agguerrita tanto che dopo 180 secondi Esposito si inventa un lob che termina alto di poco. Non si fa attendere la risposta del Rende: Giannotti va via in dribbling colpo di punta che termina sul palo, sulla palla vagante si avventa Collocolo . Rende ancora vicino al raddoppio. Questa volta è Pane a compiere un miracolo sulla botta di Rossini opponendosi con il corpo. Il Picerno cerca di rimettere a posto le idee e riprende a spingere anche se il Rende adesso si difende in maniera ordinata e attenta. Ci prova Santaniello con un’azione personale ma il tiro a giro termina a lato. Con i cambi Giacomarro cerca di invertire l’inerzia della gara ma trovare spazi, con un campo che va sempre più peggiorando, è  impossibile. Il copione del match non cambia: Picerno in forcing e Rende pronto a ripartire come al minuto 32 quando Origlio di testa manda fuori un cross di Vivacqua. Il Picerno le prova tutte anche la soluzione dalla distanza con Pitarresi che sfiora l’incrocio dei pali. Nei minuti di recupero il direttore di gara annulla un gol a Santaniello per un fallo in area al momento della battuta del calcio di punizione.