Categoria: news

Il Rende punito da un rigore di Lescano. Vince la Sicula Leonzio

Sicula Leonzio-Rende 1-0

SICULA LEONZIO (3-5-2): Adamonis; Ferrara Sosa Bachini; Parisi (26′ st Sabatino) Palermo (42′ st Maimone) Bucolo Provenzano Bariti (33′ st Tafa); Catania Lescano (42′ st Scardina). In panchina: Fasan, Governali, De Rossi, Ferrini, Reale, Sicurella, Grillo, Vitale. All. Grieco.
RENDE (4-3-2-1): Borsellini; Vitofrancesco (38′ st Loviso), Nossa, Bruno, Blaze; Ndiaye (1′ st Navas), Murati, Fornito (16′ st Libertazzi); Giannotti, Rossini; Vivacqua (38′ st Saveljevs). In panchina, Savelloni, Palermo, Ampollini, Negri, Germinio, Origlio, Cipolla, Godano. All. Rigoli.
ARBITRO: Gaultieri di Asti 
MARCATORI: 13′ st Lescano (S, rig)
NOTE: Espulsi: al 49′ st Murati (R) per gioco violento. Ammoniti: Ndiaye, Fornito, Vitofrancesco, Giannotti (R), Parisi (SL). Recuperi 0′ pt e 4′ st

LENTINI – Un rigore di Lescano condanna il Rende ad una sconfitta che non meritava alla luce di una gara equilibrata che i biancorossi hanno giocato sempre a viso aperto rispondendo colpo su colpo.

Rigoli, ex della gara, conferma il 4-3-3 per il Rende, proponendo alcune novità: in difesa c’è Vitofrancesco, a centrocampo Ndiaye, mentre in attacco sarà Vivacqua la punta centrale nel tridente offensivo completato da Fornito e Giannotti. Per la Sicula Leonzio, Grieco conferma il 3-5-2 con Catania e Lescano che saranno le due punte.

Primo tempo caratterizzato da un sostanziale equilibrio anche se il Rende si è mostrato più convinto pressando a tutto campo e andando vicinissimo al vantaggio con una conclusione dalla distanza di Fornito che termina di poco a lato. La Sicula Leonzio ci prova prevalentemente con dei cross laterali, facile preda di Borsellini, e con un paio di tentativi dalla distanza di Bucolo.

Nella ripresa la Sicula Leonzio sfrutta nel migliore dei modi l’episodio che  spezza l’equilibrio del match: Bariti va via in velocità a Vitofrancesco, cerdentro l’area. L’arbitro non ha dubbi e concede la battuta dagli undici metri, che Lescano non sbaglia. Rigoli si gioca anche le opzioni Libertazzi e Saveljevs cercando di dare maggiore peso alla manovra offensiva. Nel finale, è assedio da parte del Rende, che tiene in apprensione la retroguardia bianconera, senza però creare grandi problemi ad Adamonis. Termina con una sconfitta che blocca a quota 18 il Rende, che adesso deve guardarsi alle spalle.

 

 

Coronavirus, partite in chiaro su Eleven Sports fino al 3 aprile

RENDE – Da oggi e fino al 3 aprile le partite di calcio della Serie C saranno disponibili in chiaro sulla piattaforma di Eleven Sports. Lo stabilisce l’accordo firmato oggi tra il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ed Eleven Sports Italia, che dà la possibilità agli italiani di assistere gratuitamente e in diretta streaming alle partite di calcio delle 60 squadre di Serie C.

Contestualmente RAI, che trasmette in diretta televisiva le partite di Serie C del posticipo del lunedì sera, ha dato la sua piena disponibilità all’operazione. Le porte degli stadi della Serie C si aprono almeno virtualmente a 17 milioni di tifosi, dopo le decisioni prese del Governo, di sospendere l’accesso al pubblico fino al 3 aprile.

«Abbiamo deciso di dare un contributo concreto in questo momento delicato per la vita del Paese – dice Francesco Ghirelli, Presidente di Lega Pro – nell’attuale fase di emergenza legata al Coronavirus lo sport può rappresentare un importante strumento per alleggerire le preoccupazioni e le paure che il Paese sta vivendo. Il calcio regala un sorriso, stempera le tensioni e riesce ad unire le persone in una passione comune, laddove fisicamente non è possibile andare allo stadio. Questo è il calcio che fa bene al Paese».

«Abbiamo aderito immediatamente all’iniziativa proposta dal Presidente Ghirelli – spiega Mattia Baldassarre, Managing Director di Eleven Sports – per venire incontro a tutti i tifosi della Serie C che non potranno sostenere la propria squadra allo stadio cercando di aiutare al massimo, per quello che è nelle nostre possibilità, la comunità che sta vivendo un momento di grande difficoltà».

La Lega Pro ha raccolto l’invito delle istituzioni e, in particolare, del Ministro dello Sport e delle Politiche giovanili, Vincenzo Spadafora, ad individuare modalità per enfatizzare la valenza sociale dello sport come strumento di aggregazione e di inclusione.

Per poter seguire le partite in programma sin da oggi, sabato 7 marzo, basterà registrarsi gratuitamente su Eleven Sports compilando il form alla pagina www.elevensports.it/registration, poi effettuare il login con mail e password scelti in fase di registrazione, collegarsi alla pagina www.elevensports.it/live e
cliccare la thumb relativa alla partita che si desidera vedere.

Sicula Leonzio-Rende, sono 23 i giocatori convocati dal tecnico Rigoli

Per la gara di domani contro la Sicula Leonzio valevole per la trentesima giornata del campionato di Lega Pro il tecnico Rigoli ha convocato 23 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 13 Germinio, 21 Nossa, 15 Bruno, 2 Negri, 17 Blaze, 31 Vitofrancesco 

CENTROCAMPISTI
28 Navas, 11 Rossini, 8 Loviso, 19 Saveljevs, 27 Murati, 4 Cipolla

ATTACCANTI
24 Giannotti, 10 Godano, 20 Ndiaye, 9 Vivacqua, 7 Libertazzi, 23 Fornito

Le comunicazioni della Lega Pro: gare e allenamenti a porte chiuse. Stop alle conferenze stampa

Il Rende Calcio comunica che, in ottemperanza del DPCM del 04.03.2020 “punto 1 comma c” e del comunicato della Lega Pro numero 139 del 5 marzo 2020, «sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1 marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d)» di conseguenza gli allenamenti della prima squadra, scuola calcio e settore giovanile, si svolgeranno a porte chiuse. 

Si comunica inoltre che come riportato al “punto 1 comma b”, «sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone»di conseguenze sono sospese le conferenza stampa pre-gara

L’ufficio stampa provvederà a produrre materiale destinato agli organi di informazione per l’espletamento delle proprie attività giornalistiche.

La prossima settimana seguirà comunicazione per l’ingresso allo stadio per gli organi dell’informazione considerando le restrizioni previste nel comunicato Lega Pro n. 139 del 5 marzo 2020.

Partite a porte chiuse

La Lega Italiana Calcio Professionistico ha inoltre disposto lo svolgimento “a porte chiuse” delle gare valevoli per il campionato Serie C 2019/20 in programma dal 7 marzo al 3 aprile.
 
Tra queste, le seguenti partite il Rende:
 
30ª giornata – Sicula Leonzio-Rende, domenica 8 marzo 
31ª giornata – Rende-Catanzaro, domenica 15 marzo 
32ª giornata – Monopoli-Rende, domenica 22 marzo 
33ª giornata – Rende-Virtus Francavilla, mercoledì 25 marzo
34ª giornata – Picerno-Rende, domenica 29 marzo
 

DISPOSIZIONI GARE “A PORTE CHIUSE” 

 
La Lega Pro dispone le seguenti indicazioni organizzative riguardo allo svolgimento delle gare “a porte chiuse”: 
  1. Non sono ammessi tifosi all’interno dello stadio né ospiti accreditati dalle Società. 
  2. Sono comunque ammessi all’interno dello stadio, oltre agli arbitri, ai calciatori e agli altri componenti lo staff tecnico, medico e dirigenziale delle due squadre ammessi al recinto di gioco: 
  3. gli operatori televisivi e i giornalisti delle emittenti titolari dei diritti di trasmissione live; – per ciascuna società, 1 fotografo ufficiale e 1 social media manager; 
  4. gli operatori dell’informazione preventivamente autorizzati e comunque nel numero massimo di 75 (salvo opportunità di mantenere ancora più limitato il numero); 
  5. il personale tecnico con funzioni strettamente connesse all’organizzazione della gara, nel numero massimo complessivo di 50 unità (la quota dovrà comprendere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: i raccattapalle; i manutentori del campo; i presidi tecnici, video e audio; gli operatori di pulizia delle aree interessate; i tecnici dei broadcasters, ecc.); 
  6. gli incaricati della Procura Federale, i Delegati Lega, i medici Antidoping, gli Osservatori arbitrali e l’Organo Tecnico della CAN C; 
  7. gli addetti della Sicurezza Pubblica, gli Steward previsti nelle aree interessate, i VVFF e gli operatori di Pronto Soccorso, secondo le indicazioni approvate dal GOS. 
  8. Non verranno effettuate le interviste in area mix zone e la conferenza stampa. 
  9. Gli eventuali cerimoniali gara verranno attuati in forma ridotta e pertanto senza la presenza di bambini e/o altri accompagnatori dei giocatori al momento dell’ingresso in campo. 
  10. Non potrà essere svolta alcun tipo di iniziativa, attività o manifestazione (pre, durante e post-gara, come ad esempio: premiazioni, sfilate, walkabout, ecc.) anche se precedentemente autorizzata. 

Rende, un pareggio che muove la classifica

Rende-Viterbese 0-0

RENDE (4-3-3): Borsellini; Origlio Nossa Bruno Blaze; Collocolo Murati Rossini; Fornito (20’ st Vivacqua) Libertazzi (36’ st Ndaye) Giannotti (36’ st Saveljevs). In panchina Savelloni, Palermo, Negri, Ampollini, Cipolla, Loviso, Godano, Germinio, Navas. All: Rigoli
VITERBESE (3-5-2): Biggeri; Markic Negro Baschirotto; Bianchi (1’ st Molinaro) Bezziccheri  (21’ st De Falco) Bensaja Errico Urso (43’ st Zanoli); Tounkara Volpe (40’ pt Bunino). In panchina Pini, De Santis, Menghi, Corinti, Maraolo, Vitali. All: Calabro
ARBITRO: Gariglio di Pinerolo
NOTE: Spettatori 70. Ammoniti Baschirotto (V), Giannotti (R), Origlio (R), Fornito (R), Markic (V), Bezziccheri (V), Collocolo (R). Angoli 3-3. Recuperi 1’ pt e 4’ st

VIBO VALENTIA – Un pareggio che muove la classifica. Il Rende porta a casa un punto nel match contro la Viterbese non capitalizzando alcune palle gol create e resistendo al ritorno della formazione di Calabro. Consueto 4-3-3 per i biancorossi. Rigoli promuove dal primo minuto Fornito, schierato nel tridente offensivo insieme a Libertazzi e Gianotti. In casa gialloblù, invece, Calabro si affida alla coppia Volpe-Tounkara, con Bensaja perno di centrocampo. L’inizio del match è di marca biancorossa. Giannotti potrebbe sbloccare il match ma il suo tiro termina alto da buona posizione dopo uno schema da calcio di punizione. Poi a salire in cattedra i due portieri che si rendono protagonisti di due uscite basse rispettivamente su Libertazzi e Volpe.

Nella ripresa la musica non cambia con le due squadre che sembrano fronteggiarsi prevalentemente a centrocampo. Sono tanti gli errori tecnici e le palle che si sprecano specie in fase di ribaltamento di fronte. Nel finale di gara la Viterbese prova ad alzare l’intensità e a cercare a rete del vantaggio, ma Borsellini si fa trovare pronto prima sul sinistro di Molinaro, poi sul colpo di testa di Bunino e, infine, sul destro da fuori area di Errico. Termina con uno 0-0 che forse non accontenta nessuno ma muove la classifica di due squadre che inseguono i rispettivi obiettivi.

La carica di Rigoli: «Contro la Viterbese dobbiamo fare tutti qualcosa in più»

RENDE – L’imperativo è vincere. Con questo spirito battagliero il Rende affronterà domani la Viterbese in un match da considerare quasi vitale per il prosieguo della stagione. Il tecnico Rigoli dopo aver metabolizzato, non senza fatica, la sconfitta maturata contro la Cavese ha cercato di ricompattare l’ambiente scavando a fondo per tirare fuori stimoli e motivazioni che saranno determinanti in novanta minuti che il Rende non potrà sbagliare.

«Sono convinto che la squadra ha tutte le qualità per tirarsi fuori da questa situazione – afferma il tecnico Rigoli – Ma sia dal punto di vista mentale che dal punto di vista fisico dobbiamo fare tutti qualcosa in più perché quello che abbiamo fatto finora non basta».

 

 

Rende-Viterbese, sono 23 i giocatori convocati dal tecnico Rigoli

Per la gara di domani contro la Viterbese valevole per la ventinovesima giornata del campionato di Lega Pro il tecnico Rigoli ha convocato 23 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 13 Germinio, 21 Nossa, 15 Bruno, 2 Negri, 17 Blaze

CENTROCAMPISTI
5 Collocolo, 28 Navas, 11 Rossini, 8 Loviso, 19 Saveljevs, 27 Murati, 4 Cipolla

ATTACCANTI
24 Giannotti, 10 Godano, 20 Ndiaye, 9 Vivacqua, 7 Libertazzi, 23 Fornito

Rende-Viterbese, aperta la prevendita dei tagliandi

l Rende Calcio comunica che è aperta la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Viterbese in programma domenica 1 marzo alle ore 15 e valevole per la 29ª giornata del campionato di serie C. Si giocherà allo stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia.

Si ricorda che la vendita dei settori locali, sarà gestita unicamente dalla società Rende Calcio al botteghino dello stadio, pertanto non dovrà essere applicato alcun sovraprezzo per diritti di prevendita

Questi i prezzi dei settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna Coperta Laterale 10 € + prevendita; Under 14 gratis
  • Tribuna coperta Centrale 15 € + prevendita; Under 14 gratis
  • Settore Ospiti – Gradinata: 10 € + prevendita; Under 14 gratis 

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 nei punti vendita accreditati reperibili sul sito www.go2.it e nei seguenti punti vendita.

La vendita del settore ospiti chiuderà alle ore 19 di sabato 29 febbraio.

Un rigore dubbio penalizza il Rende. Non basta il gol di Rossini

Cavese-Rende 2-1

CAVESE (4-4-2): Bisogno; Matino Marzupio Marzorati (1’ st Spaltro) Ricchi (14’ st Polito); Di Roberto (33’ st Sanz-Maza) Bulevardi Castagna (34’ st Cernaz) Russotto; Cesaretti (14’ st Matera) Germinale. In panchina D’Andrea, Abibi, De Rosa, Mirante, De Luca. All: Gentile (Campilongo squalificato)
RENDE (4-3-3): Borsellini; Origlio (39’ st Nossa) Germinio Bruno Blaze; Collocolo Murati (15’ st Loviso) Rossini; Saveljevs (32’ st Fornito) Libertazzi Giannotti. In panchina Savelloni, Palermo, Negri, Ampollini, Cipolla, Vivacqua, Godano, Ndiaye, Navas. All. Rigoli
ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido
MARCATORI: 18’ pt Rossini (R), 30’ pt Germinale (C), 50’ st Germinale (C, rig)
NOTE – Spettatori 800. Ammoniti Germinio (R), Germinale (C), Origlio (R), Rossini (R). Angoli 2-2. Recuperi 1’ pt e 5’ st

CASTELLAMMARE DI STABIA – Sconfitta amara per il Rende che nei minuti di recupero viene battuto dalla Cavese cinica nello sfruttare un rigore dubbio concesso dal direttore di gara. Un ko ancor più difficile da digerire se si considera la buona prestazione dei biancorossi nell’arco dell’intera gara e la rete del vantaggio firmata da Rossini.  

La novità in casa Rende è l’inserimento nel tridente di Saveljevs che insieme a Giannotti va a supportare Libertazzi. In mezzo al campo Rigoli si affida a Murati. Campilongo opta per uno schieramento offensivo con Russotto e Di Roberto sugli esterni di centrocampo e la coppia Cesaretti-Germinale in avanti.

Posta in palio altissima: Rende che deve risalire la classifica per disputare i playout, Cavese che punta ai playoff. Gara contratta nei minuti iniziali con schermaglie tattiche soprattutto a centrocampo. La Cavese prova a imporre il proprio gioco ma il Rende risponde colpo su colpo: Saveljevs non inquadra la porta. Con il passare dei minuti i biancorossi conquistano metri sul terreno di gioco e il vantaggio ne è la logica conseguenza: Rossini è bravo ad inserirsi e deviare in spaccata alle spalle di Bisogno un cross di Origlio. La Cavese si affida a soluzioni da palla inattiva: ci prova Russotto, Borsellini è attento. Nel momento in cui il Rende sembra controllare il match arriva il gol della Cavese: azione insistita di Russotto, cross sul secondo palo dove Germinale in torsione batte Borsellini.

Il secondo tempo è caratterizzato da ritmi blandi con le due squadre che si fronteggiano in trenta metri. Ci prova Bulevardi ma il tiro è centrale con Borsellini che non si fa sorprendere. Rigoli si gioca la carta Loviso con la consapevolezza di poter fare il colpaccio. Ci provano Origlio, tiro dal limite, e Libertazzi che non trova il tap in su assist di Rossini. La Cavese prova a colpire in ripartenza: Russotto viene innescato da Germinale e si presenta davanti a Borsellini reattivo a respingere di piede la conclusione.

La beffa per il Rende si materializza nei minuti di recupero quando il pari sembrava ormai cristallizzato: Russotto mette il corpo a protezione di una palla vagante, Bruno gli va addosso e il direttore di gara indica il dischetto scatenando la rabbia dei giocatori. Germinale segna e condanna i biancorossi ad una sconfitta immeritata.

Cavese-Rende, sono 23 i giocatori convocati dal tecnico Rigoli

Per la gara di domani contro la Cavese valevole per la ventisettesima giornata del campionato di Lega Pro il tecnico Rigoli ha convocato 23 giocatori

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Ampollini, 6 Origlio, 13 Germinio, 21 Nossa, 15 Bruno, 2 Negri, 17 Blaze

CENTROCAMPISTI
5 Collocolo, 28 Navas, 11 Rossini, 8 Loviso, 19 Saveljevs, 27 Murati, 4 Cipolla

ATTACCANTI
24 Giannotti, 10 Godano, 20 Ndiaye, 9 Vivacqua, 7 Libertazzi, 23 Fornito