Categoria: news

Il Rende si assicura il difensore Drkusic. Arrivato il transfert

RENDE – Il Rende Calcio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive di Vanja Drkusic, classe 99. Il difensore centrale, già a disposizione del tecnico Andreoli, arriva in biancorosso a titolo definitivo avendo sottoscritto un accordo biennale. Ha iniziato la carriera nel NK Krsko U19, compagine slovena, per poi trasferirsi all’Heerenveen, società olandese, dove ha fatto tutta la trafila del settore giovanile dall’Under 17 alla prima squadra.

Rende-Ternana, parte la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che è attiva la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Ternana in programma domenica 8 settembre alle ore 15 e valevole per la terza giornata del campionato di serie C. Si giocherà al “Luigi Razza” di Vibo Valentia.

Questi i prezzi dei settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna centrale coperta: 20 €; Under 14 gratis
  •  Tribuna coperta laterale:    15 €; Under 14 gratis
  •  Curva est:                            10 € ; Under 14 gratis 
  •  Settore Ospiti (Gradinata): 10 € + prevendita; Under 14 gratis 

Il botteghino dello stadio “Lorenzon” sarà aperto sabato pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18.

La vendita proseguirà al botteghino dello stadio “Luigi Razza” che sarà aperto domenica mattina dalle ore 10 fino all’inizio del secondo tempo

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 nei punti vendita accreditati reperibili sul sito www.go2.it . La vendita del settore ospiti chiuderà alle ore 19 di sabato 7 settembre.

Il Rende piazza tre colpi: Soomets, Ndiaye e Traore

Il Rende Calcio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del centrocampista Markus Soomets, classe 00, che arriva a titolo definitivo svincolato dalla Sampdoria ma in attesa di transfert. Ha firmato un contratto biennale. Dal Pescara sempre a titolo definitivo arriva il centrocampista Ndiaye Moussa, classe 99. Ha firmato un contratto biennale. Infine dal Verona arriva con la formula del prestito fino a giugno l’attaccante Abdoulaye Traore, classe 00.

Il Rende Calcio pretende rispetto. La dura presa di posizione del direttore generale Ciardullo

Il Rende Calcio alla luce di quanto successo nelle prime due giornate di campionato ha deciso di prendere una posizione forte per tutelare il lavoro e i sacrifici sostenuti da una società virtuosa e seria che da anni porta avanti messaggi sportivi e sociali legati al calcio.
Il direttore generale Giovanni Ciardullo vuole mettere un punto esponendo in maniera chiara la posizione della società.
«A Caserta ci mancano due rigori. Con il Bisceglie alla prima di campionato un altro. Così non va bene affatto. In particolare quello non concesso a Vivacqua nel secondo tempo è letteralmente un’indecenza sportiva. Siamo rammaricati tanto, e indignati molto di più. Di fronte a certe ingiustizie è facile perdere la testa: per questo, in primis, faccio i complimenti ai ragazzi e allo staff per come hanno saputo controllare la loro sacrosanta rabbia. Non era facile. Non un gesto scomposto, nessuna rimostranza plateale, non un’ammonizione per proteste. Non era facile, ripeto. Anche perché la decisione di questa domenica, fa il paio con quella altrettanto clamorosa di domenica scorsa con il Bisceglie (altro rigore solare ignorato). 
Non è nostro costume gridare al complotto e mai lo faremo, perché non c’è nessun complotto. Non ci appelleremo al “meritiamo rispetto” al quale puntualmente si fa ricorso in questi casi, perché gli errori arbitrali sono errori arbitrali e non mancanze di rispetto. Non daremo mai spazio al vittimismo, perché abbiamo ben altra idea di calcio. 
Tuttavia due cose vogliamo dirle. In modo chiaro e prendendo una posizione netta.
A scanso di equivoci sottolineiamo che non è in discussione la buona fede degli arbitri: per noi è un postulato, chiarissimo (almeno quanto il rigore non dato) e imprescindibile come il rispetto che portiamo alla categoria arbitrale. Ciò premesso, se il signor Arace di Lugo di Romagna non vede quel rigore o ha problemi di vista, e quindi non può fare l’arbitro, o non ha le qualità per arbitrare nel professionismo, e quindi non deve stare nel professionismo. L’azione incriminata non lascia dubbio alcuno, non è di quelle discutibili. Non ha nulla di opinabile. Ripeto: nulla. Il fallo lo hanno riconosciuto i calciatori della Casertana in campo come in maniera unanime hanno fatto in tribuna i tifosi di casa. Di certo l’assistente Lucia Abbruzzese non ha aiutato il direttore di gara, forse le sue responsabilità sono anche maggiori, considerato che era molto più vicina all’azione. Per lei valgono le stesse considerazioni: o ha problemi di vista o non ha le qualità per il professionismo.
Avremmo voluto fortemente giocarci gli ultimi 25 minuti sul risultato di parità. Era la cosa più giusta. Magari avremmo anche perso, perché la Casertana è squadra forte. O forse non avremmo perso. Di certo dopo pochi minuti dall’episodio incriminato ci siamo trovati sotto di due gol. Peccato davvero per come è andata: i ragazzi non meritavano tanta inadeguatezza arbitrale (e per giunta per due domeniche di fila!).
Non ci resta che trarre una conclusione da queste due prime gare. Siamo stati tanto sfortunati nell’essere diretti da arbitri inadeguati, tra i tanti bravissimi (la maggior parte) che la classe arbitrale per fortuna annovera. Siamo tuttavia sicuri che la sorte girerà a nostro favore, l’auspicio per ora è che ci tenga lontanissimi dai signori Arace di Lugo di Romagna e Lucia Abbruzzese di Foggia».

A Casa Rende è tutto pronto per l’inizio della nuova stagione della Scuola Calcio

RENDE – Nuovo Responsabile Tecnico ma stessa passione e stessa qualità di sempre. È tutto pronto in casa Rende Calcio per il via alla nuova stagione sportiva della Scuola Calcio biancorossa rivolta alle bambine e ai bambini nati negli anni dal 2007 al 2015 che saranno inseriti nelle categorie Esordienti, Pulcini, Primi Calci e Piccoli Amici. 

La novità più importante riguarda il responsabile tecnico: Gigi De Rosa è garanzia di professionalità ed esperienza. Spetterà a lui coordinare il team di istruttori che si occuperà di seguire i ragazzi. 

Un cambiamento importante ma con la formula che da sempre caratterizza il lavoro della Scuola Calcio del Rende: strutture di eccellenza, tecnici di valore e il marchio biancorosso come garanzia di qualità. 

Ko che brucia. Il Rende non ci sta e pretende rispetto

Casertana-Rende 2-0

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Clemente Silva Rainone (35’ st Gonzalez); Longo D’Angelo Santoro Laaribi (13’ st Paparusso), Zito (44’ st Varesanovic); Castaldo Starita (44’ st Floro Flores). A disp. Zivkovic, Galluzzo, Cavallini, Ciriello, Matese, Lezzi, Gambino, Longobardo. All.: Ginestra
RENDE (4-2-3-1): Borsellini; Germinio (6’ st Blaze), Ampollini Bruno Origlio (48’ st Achik); Loviso Collocolo; Morselli (21’ st Giannotti), Scimia (6’ st Koly), Vivacqua; Libertazzi. A disp.: Savelloni, Palermo, Cipolla, Bonetto, Vigolo, Murati. All.: Andreoli
ARBITRO: Arace di Lugo di Romagna
MARCATORI: 14’ pt Silva (C), 20’ st Castaldo (C)
NOTE: Spettatori 2000 circa. Ammoniti Laaribi (C) per comportamento non regolamentare, Santoro (C), Bruno (R), Zito (C), Giannotti (R), Floro Flores (C), Blaze (R) per gioco falloso, Loviso (R) per proteste. Angoli 9-4 per la Casertana. Recuperi pt 1, st 5

CASERTA – Una sconfitta che brucia e che il Rende non vuole accettare stando in silenzio. «Pretendiamo rispetto» tuona il tecnico Andreoli a fine partita perché il rigore non concesso per il contatto in area tra Vivacqua e Rainone avrebbe potuto far cambiare l’inerzia della gara. Ed invece il Rende si trova a dover ancora una volta convivere con una sconfitta.
Il tecnico Andreoli nel 4-2-3-1 vara un solo cambio: Morselli viene preferito a Giannotti nella linea dei trequartisti. Per il resto conferme arrivano sia per la difesa che per il centrocampo dove Loviso ha il compito di far girare la squadra. Ginestra conferma il 3-5-2 buttando nella mischia Silva dal primo minuto e affidando alla coppia Castaldo-Starita il compito di mettere in difficoltà la retroguardia del Rende. La gara è piacevole sin dai primi minuti di gioco. Le due squadre si affrontano a viso aperto anche se la Casertana soprattutto sulle corsie laterali sfonda con Zito e Longo. Il primo pericolo porta la firma di D’Angelo, ma il tiro non inquadra lo specchio della porta. La risposta del Rende è affidata a Scimia, buona la percussione da rivedere l’assist deviato in angolo. La Casertana protesta per un salvataggio sulla linea di Borsellini su deviazione sporca di Castaldo ma il direttore di gara fa proseguire. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al minuto 14: punizione di Laaribi all’interno dell’area piccola irrompe Silva che di testa fulmina Borsellini. Il Rende sbanda, la Casertana prova ad approfittarne: il tiro di Castaldo dal limite viene deviato in angolo da Borsellini. Il Rende soffre ma prova comunque a rialzare la testa. La grande occasione arriva a seguito di uno schema su calcio di punizione orchestrato da Loviso, palla per Vivacqua che invece di tirare cerca un assist per Libertazzi anticipato. Il Rende fa girare il pallone in ampiezza e poi cerca la verticalizzazione: Origlio imbecca Scimia ma ha buon gioco Crispino. 
Andreoli nella ripresa prova a invertire la tendenza inserendo Koly e Blaze al posto di Scimia e Germinio. Ginestra si copre con l’inserimento di Paparusso al posto dell’ex Laaribi. Il Rende va su tutte le furie protestando per un fallo da rigore evidente di Rainone su Vivacqua, ma l’arbitro inspiegabilmente lascia correre nonostante le proteste dei biancorossi. La Casertana soffre: Ampollini costringe Crispino alla deviazione in angolo. Ma la beffa per i biancorossi si concretizza quando Castaldo in maniera cinica con un diagonale velenoso fulmina Borsellini per la seconda volta. Nonostante il doppio svantaggio la formazione calabrese non molla: Libertazzi prima di testa sfiora l’incrocio, poi con un tiro a giro centra la traversa. 

Andreoli: «Voglio un Rende cattivo e determinato contro la Casertana» (Video)

RENDE – Sarà un Rende arrabbiato e determinato quello che domani affronterà la Casertana. Le avvisaglie le aveva date nei giorni scorsi Massimo Loviso la conferma arriva direttamente dal tecnico biancorosso Angelo Andreoli che non usa giri di parole per inquadrare il prossimo impegno.

«Sappiamo bene il tipo di gara che ci aspetta così come conosciamo bene le qualità della Casertana – afferma Andreoli – In settimana abbiamo lavorato in questo senso consapevoli che sfruttando meglio alcune situazioni potremo fare una buona gara. Vogliamo anche cancellare l’immeritato ko con il Bisceglie ma serve tanta cattiveria agonistica, determinazione e concentrazione».

 

Dalla Roma arriva l’attaccante Keba Coly. Saluta Leveque

Il Rende Calcio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive di Coly Sidi Keba, classe 98. L’attaccante arriva in biancorosso con la formula del prestito fino al 30 giugno ed è già a disposizione del tecnico Andreoli. Cresciuto nella formazione Primavera della Roma (30 presenze e 17 reti) ha anche vestito la maglia dell’Ascoli in serie B. In questa nuova avventura con il Rende indosserà la maglia numero 30.

Il Rende Calcio inoltre comunica di aver aver trovato l’accordo per la rescissione consensuale del contratto che legava l’attaccante classe 99, Alessio Leveque, al club biancorosso. Ad Alessio i migliori auguri per il prosieguo della carriera.

Casertana-Rende, parte la prevendita dei tagliandi

RENDE – Il Rende Calcio comunica che è attiva la prevendita dei tagliandi per la gara Casertana-Rende in programma domenica 1 settembre alle ore 17,30 e valevole per la seconda giornata di campionato di Serie C.

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati senza l’obbligo della tessera del tifoso, al costo di 10 euro compresi i diritti di prevendita, mediante il circuito GO2 presenti nella città di Rende e nella provincia di Cosenza i cui indirizzi e recapiti sono consultabili sul sito www.go2.it

La vendita chiuderà alle ore 19 di sabato 31 agosto. Il giorno della gara non sarà possibile acquistare tagliandi allo stadio “A. Pinto”

Loviso prende per mano il Rende: «Siamo pronti a dire la nostra. Lavoro e sacrificio» (Audio)

RENDE – «Ambiente che ha voglia di dire la propria anche quest’anno. Sarà un campionato difficile ma allo stesso tempo stimolante». 
Massimo Loviso, centrocampista del Rende, non sembra avere dubbi sul percorso che attende la formazione biancorossa. Serve tanto impegno e soprattutto determinazione.
«Io non voglio perdere neanche giocando a carte e soprattutto trasmettere questa cosa a tutti i ragazzi. Sappiamo bene che dobbiamo migliorare ma il percorso intrapreso è quello giusto».