Categoria: news

Playoff Lega Pro, Potenza-Rende parte la prevendita dei tagliandi

RENDE – Potenza-Rende, gara valida per il primo turno dei playoff, si giocherà domenica 12 maggio con fischio d’inizio fissato alle 16,30.

Per quanto riguarda l’acquisto dei tagliandi riguardanti il settore ospiti potranno essere acquistati senza obbligo della tessera del tifoso, al costo di 12 euro + 1,50 euro per diritti di prevendita, mediante il circuito GO2 nel seguente punto vendita:

  • In Primafila via G. Marconi 140, Cosenza – tel: 0984795699    

La vendita chiuderà alle ore 19 di sabato 11 maggio.

Anche quest’anno il Rende va a scuola per “Il Calcio e Le ore di lezione”

CASTROVILLARI – Anche quest’anno il Rende Calcio ha partecipato al progetto “Il Calcio e Le ore di lezione” organizzato dalla FIGC per sensibilizzare i giovani sui temi legati al valore educativo dello Sport.

Quest’anno la manifestazione si è svolta in collaborazione con la scuola secondaria di primo grado di Castrovillari. All’incontro ha partecipato una delegazione del Rende Calcio rappresentata dai calciatori Domenico Franco e Orlando Viteritti.

Il tema dell’incontro è stato il “Rispetto delle regole….a tavola” dove staff ed atleti del Rende hanno illustrato il concetto del rispetto del proprio corpo e del vivere in modo sano con un’alimentazione equilibrata. Inoltre in concerto con il Dirigente scolastico Gianmarco Dambrosio e la responsabile Anna Degaio sono stati trattati insieme ai circa 120 ragazzi presenti temi legati al razzismo, Fair Play e calcio femminile, già curati dall’Istituto scolastico ma oggetto di confronto con calciatori e staff.

Il Rende sbanca Viterbo e adesso spera nei playoff

Viterbese-Rende 1-3

VITERBESE (3-4-3): Valentini; Atanasov Rinaldi Coda (9’ st Sini); Zerbin Tsonev Cenciarelli (13’ st Artioli)  Mignanelli; Polidori (1’ st Bismark) Pacilli (13’ st Coppola) Luppi (1’ st Molinaro). In panchina Demba, De Giorgi, Sparandeo, Milillo, Ferramisco, Celesti, Damiani. All: Calabro

RENDE (3-4-3): Borsellini (45’ st Palermo); Germinio Maddaloni Sabato; Viteritti (25’ st Cipolla) Franco Awua (45’ st Laaribi) Blaze; Borello Vivacqua Leveque. In panchina Savelloni, Minelli, Calvanese, Crusco, Zivkov, Bonetto, Brignoli. All: Modesto

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona

MARCATORI: 4’ pt Leveque (R), 7’ pt Zerbin (V), 15’ pt Borello (R), 2’ st Rinaldi (V, aut)

NOTE – Spettatori 1000 circa. Espulsi: al 32’ st Tsonev (V) per gioco falloso. Ammoniti Blaze (R), Borello (R). Angoli 3-3. Recuperi 1’ pt e 4’ st

VITERBO – Il Rende fa il suo, vince a Viterbo e adesso sarà spettatore, suo malgrado, del proprio destino che verrà scritto dai prossimi novanta minuti che i biancorossi vivranno davanti alla tv. Prova convincente quella che la formazione di Modesto ha sciorinato con tre reti e tante giocate di buona fattura contro una Viterbese che di fatto ha retto il ritmo solo per la prima mezzora. 

Squadre schierate a specchio dai due allenatori. Modesto ritrova Sabato in difesa e lancia dal primo minuto Leveque nel tridente offensivo insieme a Borello e Vivacqua. La risposta di Calabro è affidata ad un tridente composto da Polidori, Pacilli e Luppi.

Il Rende in pratica passa al primo vero affondo: Borello trova la linea di fondo e mette un pallone morbido all’interno dell’area piccola, Valentini non esce e Leveque non ha difficoltà a mettere il pallone in rete praticamente indisturbato. Nemmeno il tempo di rendersi conto del vantaggio che i biancorossi incassano la rete del pari: Pacilli manda in profondità Zerbin, la difesa del Rende sbaglia il tempo della chiusura, primo tiro respinto da Borsellini che sul tap in deciso non può nulla. La gara viene giocata dalle due formazioni su ritmi intensi e per il Rende trovare spazi è facile come al minuto 15 quando Awua stradina dai piedi di Tsonev un pallone a centrocampo va via in verticale e serve un assist perfetto per Borello che in diagonale non lascia scampo a Valentini. Il secondo vantaggio regala serenità alla formazione di Modesto che sembra essere padrona del campo alternando giocate in ampiezza a penetrazioni centrali.

La Viterbese non ci sta a perdere e sulla spinta dei nervi prova a rimettere in carreggiata la partita: cross di Pacilli per la testa di Polidori ma la deviazione non inquadra lo specchio della porta. I cambi di fronte mettono in seria difficoltà la Viterbese che rischia grosso al minuto 41 quando Viteritti pesca Blaze sul lato opposto e solo un intervento miracoloso di Atanasov nega al Rende la terza rete. Sul finire del tempo ancora Rende: prima Borello aggira bene Rinaldi ma al momento del tiro si defila troppo e non inquadra lo specchio della porta, poi tocca a Vivacqua, partiti in contropiede, a non trovare la porta con un tiro dal limite. 

La ripresa si apre nel migliore dei modi per la formazione di Modesto che trova la terza rete dopo nemmeno 120 secondi: Vivacqua mette in mezzo un pallone velenoso e Rinaldi, pressato da Borello, in scivolata infila l’incolpevole Valentini. Calabro prova a rimediare inserendo Bismark e Molinaro con l’intento di dare maggiore peso offensivo. Il doppio svantaggio stordisce la Viterbese e il tecnico effettua nel giro di poco altri tre cambi per cercare di cambiare l’inerzia della gara. Ma il Rende tiene bene il campo e prova a sfruttare le ripartenza con Borello e Vivacqua sempre pericolosi. La formazione di casa, complice anche le tante partite che è costretta a giocare, cala notevolmente il ritmo affidandosi ad estemporanee soluzioni individuali: tiro dai venticinque metri di Tsonev che Borsellini devia in angolo. Il match è in pieno controllo dei biancorossi che sfruttano anche la superiorità numerica per il rosso diretto a Tsonev. Da segnalare anche l’esordio del millenial Palermo alla prima tra i pali con la maglia del Rende. 

Rende obbligato a vincere. Modesto: «Solo con i tre punti si potrà sperare» (Video)

RENDE – Ultimi novanta minuti per il Rende che domani affronterà la Viterbese con l’obbligo di vincere per alimentare ancora la speranza di poter ambire all’ultimo posto utile per i playoff. I biancorossi di Modesto sanno bene di non poter commettere passi falsi in una gara che da solo potrebbe non bastare. Serviranno, infatti, tutta una serie di incastri negli ultimi novanta minuti della stagione con il rende che farà da spettatore interessato.

«Sappiamo che il passo falso con il Trapani ha ridotto le possibilità di agganciare i playoff – afferma il tecnico Modesto – Ma nel calcio nulla è mai scontato. Non chiudiamo le porte a patto però che da Viterbo si torni con i tre punti».

Il tecnico Modesto nel corso della conferenza stampa

Rende un altro ko amaro. Il Trapani si aggrappa ad Evacuo

Rende-Trapani 0-1

RENDE (3-4-3): Borsellini; Germinio Maddaloni Blaze (32’ st Zivkov); Viteritti Franco Awua (7’ st Cipolla) Giannotti; Borello (44’ st Leveque) Vivacqua Rossini (32’ st Bonetto). In panchina Savelloni, Palermo, Minelli, Laaribi, Calvanese, Crusco. All: Modesto

TRAPANI (4-3-3): Dini; Scrugli (32’ st Ramos)Da Silvia Scognamillo Lomolino (37’ st Franco); Aloi Toscano Costa Ferreira; Ferretti Evacuo Fedato (12’ st Tulli). In panchina Cavalli, Ferrara, Mulè, Tolomello, D’Angelo, Golfo, Mastalli. All: Italiano. 

ARBITRO: Zingarelli di Siena

MARCATORI: 25’ st Evacuo (T)

NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti Awua (R), Giannotti (R), Aloi (T), Germinio (R). Angoli 3-1 in favore del Trapani. Recuperi 0’ pt e 6’ st

VIBO VALENTIA – Vince il Trapani, recrimina il Rende. Un gol di Evacuo consente ai siciliani di consolidare il secondo posto e, probabilmente, condanna il Rende a salutare i playoff. Nella penultima di campionato i biancorossi incassano un ko che sicuramente non meritavano alla fine di una gara giocata a fasi alterne ma allo stesso livello della vicecapolista. La differenza l’ha fatta Evacuo.

Modesto deve fare a meno di Actis Goretta, infortunato, e Sabato, squalificato. Rossini viene avanzato nel tridente, Giannotti schierato a centrocampo e Blaze a completare la linea difensiva. Italiano risponde con un tridente pesante composto da Ferretti, Evacuo e Fedato con Costa Ferreira libero di inserirsi da sinistra. Le due squadre hanno in comune l’obiettivo di fare risultato: il Rende per alimentare la volata playoff, il Trapani per blindare il secondo posto.

Il primo brivido al Rende lo porta Costa Ferreira che dopo 13 minuti dal limite sfiora la traversa con un destro velenoso. Italiano chiede alla sua squadra di pressare alto ma il Rende esce bene palla al piede. Ma è il Trapani a rendersi ancora pericoloso: nel giro di pochi secondi prima Ferretti sfiora il montante e successivamente Costa Ferreira centro in piano il palo dalla media distanza. Alla mezz’ora è ancora la formazione di Italiano a cercare la via della rete ma Evacuo lanciato a campo aperto viene fermato da una perfetta uscita di Borsellini. 

Il Rende inizia la ripresa con un piglio diverso. Dopo nemmeno un giro di lancette Vivacqua dal vertice sinistro dell’area strozza troppo la conclusione e sfiora solo il palo. La squadra di Modesto sembra essere più brillante e mette in difficoltà un Trapani che contestualmente ha arretrato il baricentro della propria manovra. Ne è logica conseguenza la combinazione in verticale Cipolla-Vivacqua con il tocco d’esterno dell’attaccante che sfiora il palo a Dini battuto. La risposta del Trapani non si fa attendere: Toscano rifinisce per Evacuo mezza rovesciata bella da vedere ma poco incisiva. L’attaccante del Trapani si rifà al minuto 25 sfruttando un ottimo cross di Scrugli e un’errata lettura della difesa del Rende che lo ha lasciato tutto solo a colpire di testa. La formazione di Modesto ha la grande occasione per rimettere la gara in carreggiata al minuto 35: Borello serve un assist importante a Bonetto che calcia a botta sicura ma Dini con una mano firma un vero e proprio miracolo. Il Rende ci crede e si butta in avanti alla ricerca del pari. Annullato un gol a Cipolla per una dubbia posizione di offside nonostante le proteste del tecnico Modesto e i tutta la panchina. Non bastano i sei minuti di recupero concessi per evitare la sconfitta.

Rende pronto alla volata finale. Modesto: «Sappiamo bene quello che dobbiamo fare» (Video)

RENDE – Ultimi 180 minuti della stagione regolare. Il Rende, sul neutro di Vibo Valentia, se la dovrà vedere con la vicecapolista del girone con l’obbligo di dover fare risultato per continuare ad alimentare le speranze playoff. Non è un mistero che servono sei punti nelle ultime due gare per restare in scia sperando poi in qualche incastro favorevole. Il tecnico biancorosso Modesto non fa mistero della volontà sua e della squadra di chiudere la stagione regolare in crescendo.

«Sappiamo bene quello che dobbiamo fare e abbiamo i mezzi per farlo. Difronte avremo un avversario importante, seconda forza del campionato e con una mentalità che lo porta sempre a giocare per vincere. Dovremo essere bravi a vincere i duelli uno contro uno ed essere cinici sottoposta».

Il tecnico Modesto in conferenza stampa

Rende-Trapani, parte la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che da oggi è attiva la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Trapani in programma sabato 20 aprile alle ore 14,30 e valevole per la trentaseiesima giornata del campionato di serie C. Si giocherà al “Luigi Razza” di Vibo Valentia. I biglietti potranno essere acquistati secondo le seguenti modalità e orari:

giovedì segreteria settore giovanile “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 15 alle ore 18 

venerdì botteghino stadio “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 15 alle ore 18 

sabato recandosi al botteghino dello stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia:

  • dalle ore 10 in poi 

Questi i prezzi dei tre settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna unica: Adulti 15 €; Donne 10 €; Ragazzi (15-18 anni) 10 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Curva Locali: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Settore Ospiti: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis. A questi verrà applicato il diritto di prevendita

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 e nei seguenti punti vendita:C

  • Ctf Moramar Viaggi Piazza Umberto I, 10-11 Trapani

I tifosi potranno acquistare i tagliandi senza alcun tipo di carta di fidelizzazione o tessera del tifoso. La vendita chiuderà alle ore 19 di venerdì 23 marzo.

Rende, pari che sta stretto. Continua la volata playoff

Rieti-Rende 1-1

RIETI (3-4-1-2): Marcone; Delli Carri Gigli Mattia; Brumat Carpani Marchi (1’ st Garofalo) De Vito; Maistro (16’ st Cernigoi); Tommasone (21’ st Palma) Gondo (30’ st Svidercoschi). In panchina Costa, Scardala, Cericola, Venancio, Tiraferri, Grillo, Zanchi, Gualtieri. All. Padovano (Capuano squalificato)

RENDE (3-1-3-3): Borsellini; Germinio Maddaloni Sabato; Franco; Viteritti (36’ st Giannotti) Rossini Awua (36’ st Cipolla); Borello Actis Goretta Vivacqua. In panchina Savelloni, Leveque, Blaze, Laaribi, Calvanese, Zivkov, Bonetto. All. Modesto

ARBITRO: Cairano di Ariano Irpino

MARCATORI: 5’ pt Gigli (Ri, aut), 42’ pt Brumat (Ri)

NOTE – Spettatori 1000 circa. Ammoniti Borello (Re), Carpani (Ri), Cernigoi (Ri), Sabato (Re). Angoli 7-5 in favore del Rieti. Recuperi 1’ pt e 3’ st

RIETI – Un pari, l’ennesimo, che lascia l’amaro in bocca al Rende e lo costringe nei prossimi 180 minuti a dover vincere per tenere viva la volata playoff. Contro un Rieti coriaceo i biancorossi costruiscono tanto e non sfruttando a dovere tre palle gol nitide nella ripresa.

Modesto conferma per dieci-undicesimi la formazione che ha battuto la Cavese con l’unica variante rappresentata dall’inserimento di Vivacqua al posto di Negro, indisponibile, nel tridente offensivo completato da Borello e Actis Goretta. Il Rieti si affida invece ad un 3-4-1-2 con Maistro alle spalle della coppia Gondo-Tommasone. 

Parte forte la formazione laziale che nei primissimi istanti di gioco imprime alla gara un ritmo elevato: tre calci d’angolo consecutivi e una traversa di Gondo ma con l’attaccante in posizione di offside. Il Rende passa in vantaggio alla prima puntata offensiva: cross di Rossini dalla destra palla dentro l’area piccola, deviazione imprecisa di Gigli che mette la palla alle spalle del proprio portiere. Il Rieti cerca di imbastire una reazione ma va sbattere in maniera sistematica contro l’attenta difesa di un Rende che non disdegna, quando riconquista palla, a verticalizzare: minuto 30 Franco fa correre in velocità Actis Goretta che rifinisce per Vivacqua ma il tiro è troppo strozzato e viene respinto da un difensore. Il match, nonostante un terreno di gioco irregolare, è intenso con le due squadre che non risparmiano. Il Rieti trova il pari al minuto 42 quando Viteritti sbaglia completamente il disimpegno a metà campo aprendo il campo a Brumat che dopo una corsa di quaranta metri infila Borsellini. 

La ripresa si apre accompagnata dalla pioggia che rende il terreno di gioco particolarmente viscido e questo non favorisce la manovra palla a terra. La prima palla gol vera arriva dopo venti giri di lancette con Rossini che di testa non inquadra il bersaglio grosso su calcio di punizione di Borello. Ancora Rende pericoloso al minuto 33: Franco fa viaggiare Vivacqua controllo e tiro dal limite ma Marcone respinge. Il Rieti soffre, la formazione di Modesto prova ad approfittarne: Actis Goretta va via sul filo del fuorigioco ma al momento del tiro viene disturbato e non riesce ad angolare permettendo a Marcone di salvare il risultato. Grande occasione per i biancorossi qualche istante più tardi quando Marcone si fa intercettare il rilancio da Borello che solo davanti alla porta non riesce a colpire per il grande recupero dell’estremo difensore. Il forcing del Rende regala a Cipolla l’ultima palla gol della gara ma il colpo di testa è centrale e Marcone salva il risultato. 

Il Rende vuole i playoff. Modesto: «Siamo in corsa e vogliamo fare il massimo» (Video)

RENDE – Saranno 270 minuti intensi ed appassionanti per il Rende che si è posto come obiettivo portare a casa un pass per i playoff. Tre gare difficili da decifrare (Rieti, Trapani e Viterbese nell’ordine) che la formazione di Modesto affrontare con la determinazione e lo spirito battagliero che gli appartengono, senza fare calcoli ma con la convinzione di poter ottenere il massimo per alimentare un sogno.

«Non ho mai fatto e non farò calcoli o tabelle. Sappiamo che in queste tre gare dovremo fare il maggior numero di punti possibile – afferma il tecnico Modesto – Domani affrontiamo il Rieti in quella che si prospetta come una vera e propria battaglia sportiva per i punti in palio sono pesanti per entrambe le squadre».

La conferenza stampa del tecnico Modesto