Al Rende non basta Rossini. A vincere è il Monopoli

Rende-Monopoli 1-2

RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco Germinio Bruno Blaze; Scimia (36’ st Godano) Murati (10’ st Loviso) Ndiaye (10’ st Collocolo); Rossini (26’ st Morselli) Vivacqua Giannotti. In panchina Palermo, Borsellini, Ampollini, Cipolla, Libertazzi, Nossa, Soomets, Drkusic. All: Guardia
MONOPOLI (3-5-2): Antonino; Ferrara De Franco Rota; Tazzer (16’ st Tuttisanti) Carriero (16’ st Mercadante) Giorno Piccinni Antonacci (31’ st Mariano); Fella (26’ st Salvemini) Cuppone (31’ st Pecorini). In panchina Milli, Menegatti, Maestrelli, Nina, Nanni. All: Scienza
ARBITRO: Marini di Trieste 
MARCATORI: 12’ pt Fella (M), 19’ pt Cuppone (M), 37’ pt Rossini (R)
NOTE: Spettatori 165 per un incasso di 765 euro. Ammoniti Tazzer (M), Ndiaye (R), Giannotti (R), Murati (R), Piccinni (M), Mercadante (M). Angoli 5-2 in favore del Monopoli. Recuperi 1’ pt e 3’ st

VIBO VALENTIA – Non serve la generosità al Rende per evitare il ko interno contro il Monopoli. La formazione biancorossa non allunga la striscia di risultati utili e si trova a dover fare i conti con una sconfitta anche questa volta difficile da mandare giù.

Rispetto alla gara di Catanzaro il Rende cambia una sola pedina nello scacchiere tattico: Rossini prende il posto di Morselli nel tridente offensivo al fianco di Giannotti e Vivacqua. Conferma per Murati in mezzo al campo con Loviso che parte dalla panchina. Scienza risponde con un 3-5-2 inedito a causa delle tante assenze con cui dover fare i conti. In attacco Fella e Cuppone saranno chiamati agli straordinari supportati da una linea di cinque centrocampisti guidati da Giorno. 

Il Monopoli cerca di sorprendere il Rende con un avvio di gara importante: colleziona due angoli, impegna Savelloni in una respinta a terra su tiro di Tazzer e poi trova il vantaggio su uno schema d’angolo che ha permesso a Fella, lasciato solo, di sfruttare la spizzata di Cuppone e portare in vantaggio i suoi. Lo svantaggio scuote il Rende che solo sessanta secondi dopo con Ndiaye sfiora il palo dalla media distanza e al minuto 18 con Rossini costringe Antonino ad un intervento sulla linea di porta che i giocatori biancorossi considerano dentro ma arbitro e guardalinee sono di parere opposto. E mentre il Rende protesta il Monopoli lo sorprende con una ripartenza che permette a Cuppone in girata di mettere il pallone alle spalle di Savelloni. La formazione biancorossa ha la necessità di ritrovare le posizioni sul terreno di gioco e riapre la partita al minuto 37 quando Rossini devia alle spalle di Antonino un cross di Vitofrancesco bravo a sfondare sull’out di destra. Adesso è il Rende che prova a diventare padrone del campo ma inevitabilmente si espone alle ripartenze del Monopoli: diagonale di Cuppone che termina fuori. 

Seconda frazione che si apre con un gioco spezzettato, tanti falli soprattutto in mezzo al campo e direttore di gara costretto ad intervenire con una certa frequenza. Il primo acuto porta la firma di Tazzer che con un tiro-cross costringe Savelloni a smanacciare in angolo. Il match nella fase centrale si cristallizza nei 30 metri centrali del terreno di gioco: il Rende prova a sfondare ma trova pochi spazi ed allora ci si affida alle palle inattive. Ci prova Loviso ma il tiro viene deviato in angolo dalla barriera. La risposta del Monopoli è firmata da Giorno che dal limite scheggia la parte alta della traversa. Il forcing finale del Rende è generoso ma poco produttivo: dalle parti di Antonino arrivano pochi palloni pericolosi.

Commenta...