Il Rende Calcio sposa l’ambizioso progetto “L’Italia e il Brasile entrano in campo”

Ancora una volta il Rende Calcio scende in campo al fianco dei bambini. Questa volta lo fa sposando il progetto L’Italia e il Brasile entrano in campo. Un gioco in cui tutti vincono” nato dall’unione della società Rende Calcio con l’UNICAL (Università della Calabria) che tramite l’Associazione Culturale Portal Italiano, che rappresenta entrambe le parti in Brasile e in Mercosul (unione dei paesi sudamericani), svilupperà un lavoro di reclutamento e selezione di giovani brasiliani per portarli in Italia col fine di sviluppare le loro capacità in campo sportivo e universitario.

Le linee guida del progetto sono state illustrate nel corso di un incontro nel centro storico di Rende al quale hanno preso parte oltre al presidente Fabio Coscarella anche il sindaco Marcello Manna e Mario Pereira, amministratore del Monumento Votivo Militare Brasiliano di Pistoia in rappresentanza dell’ambasciatore Antonio De Aguiar Patriota, accompagnato dal colonnello Ricardo Augusto Do Amaral Peixoto.

«Si tratta di un progetto che il Rende Calcio ha sposato con grande entusiasmo – spiega il presidente del Rende Fabio Coscarella – La volontà è quella di dare l’opportunità a tanti ragazzi di poter coltivare il sogno di diventare calciatore professionista. Le collaborazioni già in cantiere e le altre che definiremo nei prossimi mesi vanno in questa direzione. Si tratta di un percorso ambizioso ma allo stesso tempo stimolante che vogliamo portare avanti con impegno e la serietà che da sempre contraddistingue il nostro percorso».

0
0

Commenta...