Categoria: news

Colpaccio Rende, tre punti pesanti contro la Casertana

Casertana-Rende 1-2

CASERTANA (4-3-2-1): Adamonis; Blondett Rainone Pascali Meola; Santoro (32’ st Cigliano) Vacca (17’ st Romano) D’Angelo; Floro Flores (47’ st Zaccaro) Padovan; Castaldo. In panchina Zivkovic, Cariello, De Marco, Lorenzini, Matese, Gonzalez, Genovese, Moccia, Leonetti, Zaccagno. All: Pochesci

RENDE (3-1-3-3): Borsellini; Germinio Maddaloni Sabato; Franco; Viteritti Rossini Awua (38’ st Cipolla); Borello (38’ st Vivacqua) Actis Goretta (47’ st Bonetto) Negro (24’ st Blaze). In panchina Savelloni, Palermo, Leveque, Giannotti, Laaribi, Calvanese, Zivkov. All: Modesto

ARBITRO: Catucci di Pesaro

MARCATORI: 1’ st Awua (R), 9’ st Castaldo (C), 12’ st Negro (R, rig), 

NOTE: Spettatori 1500 circa. Ammoniti Santoro (C), Sabato (R), Vivacqua (R), Padovan (C), Bonetto (R). Angoli 6-4 in favore della Casertana. Recuperi 2’ pt e 6’ st

CASERTA – Torna alla vittoria il Rende e lo fa tirando fuori carattere e determinazione. La formazione di Modesto con grande personalità si impone a Caserta, porta a casa tre punti d’oro e si rilancia nella corsa per un posto nei playoff. Determinanti ancora una volta Awua e Negro.

Modesto perde Minelli nel riscaldamento, al suo posto Maddaloni. Per il resto conferma in blocco per la squadra che ha pareggiato con la Cavese con il tridente Borello-Actis Goretta-Negro. Pochesci, alla prima con con la Casertana, schiera un albero di natale con Floro Flores-Padovan alle spalle di Castaldo.

Match interessante già dalle battute iniziali con un botta e risposta Actis Goretta-Castaldo ma senza impensierire più di tanto i portieri. La Casertana ha la grande occasione al minuto 9: retropassaggio avventato di Viteritti, Castaldo prende il tempo a Maddaloni ma, solo davanti a Borsellini calcia fuori. La risposta del Rende arriva al minuto 15 quando Borello mette un pallone in mezzo, Awua di testa sfiora il montante alla destra di Adamonis. Nessun timore per il Rende che in pratica fa la partita mettendo in difficoltà la Casertana con continui cambi di fronte. I padroni di casa potrebbero passare in vantaggio al minuto 32 ma Castaldo si fa deviare in angolo da Borsellini il penalty concesso per fallo di Viteritti su Padovan. Sugli sviluppi dell’angolo Awua sdradica il pallone dai piedi di Castaldo e lancia un due contro uno a campo aperto: palla per Negro che però perde l’attimo buono e si fa respingere il tiro. Ennesimo capovolgimento di fronte e questa volta è Floro Flores che ci prova ma Maddaloni manda in angolo. 

Parte con il botto il secondo tempo che dopo nemmeno sessanta secondi va in vantaggio: palla sporca in mezzo all’area, Pascali prova a rinviare ma la sfera termina dalle parti di Awua che al volo fulmina Adamonis. La Casertana non ci sta e prova a sfruttare le palle inattive: colpo di testa di Pascali para Borsellini. Ma il pari arriva da una combinazione tutta di prima Floro Flores-Padovan-Castaldo che anticipa Maddaloni e mette la palla in rete. Le emozioni non finiscono e a stretto giro di posta arriva il fallo di D’Angelo su Borello e il penalty in favore del Rende: sul dischetto Negro che spiazza Adamonis. Con la forza dei nervi la Casertana si butta in avanti alla ricerca del pari: ci prova Santoro para Borsellini. Con il passare dei minuti sale anche la tensione in campo. Rende che prova a controllare il match, Casertana che butta palloni in mezzo per la testa di Castaldo. Al minuto 36 Awua si costruisce una grande palla-gol ma dopo trenta metri palla al piede il destro a giro sfiora il palo. Il forcing finale della Casertana non produce effetto e il Rende si porta a casa tre punti pesanti per la corsa playoff.

Modesto non molla la presa: «Il Rende deve provarci fino alla fine» (Audio)

RENDE – Vietato sbagliare. E’ questo il filo conduttore che ha accompagnato la marcia di avvicinamento del Rende alla gara di domani contro la Casertana. La formazione di Modesto, se vuole tornare a competere per un posto nella griglia playoff, deve fare risultato in quello che è un vero e proprio scontro diretto. Un aiuto ai biancorossi potrebbe arrivare anche da una classifica corta che vede tante squadre in pochi punti e molti incroci su diversi campi che potrebbero cambiare le carte in tavola.

«Al di là della classifica o di altri fattori noi dovremo cercare di fare una prestazione importante. Sappiamo bene che non possiamo sbagliare – afferma il tecnico Modesto – ma allo stesso tempo dovremo scendere in campo con la consapevolezza di sapere bene quello che dovremo fare».

Casertana-Rende, sono 23 i convocati

Il tecnico Francesco Modesto ha convocato 21 giocatori per la gara di domani contro la Cavese

PORTIERI
1 Savelloni, 22 Borsellini, 12 Palermo

DIFENSORI
3 Maddaloni, 13 Germinio, 23 Sabato, 6 Minelli, 24 Calvanese

CENTROCAMPISTI
20 Laaribi, 2 Viteritti, 16 Franco, 17 Blaze, 32 Bonetto, 31 Zivkov, 21 Awua, 4 Cipolla

ATTACCANTI
18 Borello, 15 Giannotti, 14 Leveque, 10 Actis Goretta,9 Vivacqua, 29 Negro, 11 Rossini

Tante eccellenze presenti al “1° Torneo Nazionale Casa Rende”

RENDE – La struttura di Casa Rende sarà il teatro del 1° Torneo Nazionale Casa Rende riservato alla categoria degli “Esordienti Pro”. Domenica 7 aprile i ragazzi del Rende Calcio daranno il benvenuto ai pari età di Crotone, Reggina, Siracusa, Vibonese, Catanzaro e Monopoli. Le squadre saranno divise in due gironi e si affronteranno nell’arco della giornata alternandosi sul terreno del “Lorenzon” e sul sintetico. La giornata si concluderà con la finale che decreterà la formazione vincitrice.

Il presidente Coscarella ringrazia il patron Caffo e la Vibonese: «Ospitalità impeccabile»

«Sentirsi a casa anche giocando in un altro stadio. E’ stato questo lo stato d’animo che ho vissuto in queste due domeniche che il Rende è stato costretto a disputare le gare di campionato lontano dal “Marco Lorenzon”». Ad affermarlo è il presidente Fabio Coscarella che vuole ringraziare l’amico Pippo Caffo proprietario della Vibonese, il responsabile della struttura Gregorio Galati e la società per la squisita ospitalità con cui è stato accolto il Rende Calcio. «Conoscendo le persone non ho mai avuto dubbi sulla cordialità e sincerità dei rapporti, prima umani e poi sportivi. Un comportamento che va fortemente elogiato e che, per quanto ci riguarda, rappresenta un sano e costruttivo spirito di collaborazione in una regione e in un mondo, quello del calcio, che spesso vivono di egoismi e autoreferenzialità».

Rende, un pareggio che sa di beffa

Rende-Cavese 3-3

RENDE (3-1-3-3): Borsellini; Germinio Minelli Sabato; Franco (48’ st Laaribi); Viteritti Rossini Awua; Borello (12’ st Giannotti) Actis Goretta (36’ st Bonetto) Negro (12’ st Vivacqua). In panchina Savelloni, Palermo, Maddaloni, Leveque, Blaze, Zivkov. All: Modesto

CAVESE (4-3-3): De Brasi; Palomeque Silvestri Bacchetti Filippini (22’ st Ferrara); Nunziante (40’ st De Rosa)  Favasuli Tumbarello (22’ st Buda); Sainz-Maza (40’ st Dibari) Magrassi (22’ st Flores Heatley) Fella. In panchina Bisogno, Trapani, Manetta, Logoluso, Bruno, La Ferrara, Castagna. All: Modica

ARBITRO: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

MARCATORI: 14’ pt Awua (R), 17’ e 27’ pt Negro (R), 31’ pt e 44’ st Fella (C), 49’ st Bacchetti (C) 

NOTE – Spettatori 211 per un incasso di 1280 euro. Ammoiniti Favasuli (C), Silvestri (C). Angoli 6-6. Recuperi 0’ pt e 5’ st.

VIBO VALENTIA – Un boccone amaro difficile da mandare giù. Il Rende segna tre gol, sbaglia un rigore e alla fine si fa rimontare dalla Cavese che acciuffa il 3-3 in maniera rocambolesca e sicuramente inaspettata. Modesto vara un modulo leggermente inedito con Franco davanti la difesa e tre centrocampisti (Viteritti, Awua e Rossini) a supporto del tridente offensivo con Actis Goretta che parte dall’inizio. Modica non stravolge la Cavese e nel collaudato 4-3-3 affida le chiavi dell’attacco a Sainz-Maza, Magrassi e Fella. E’ la formazione di Modesto, come suo costume, a dettare i tempi del gioco creando da subito non pochi problemi alla difesa della Cavese che fatica a trovare contromisure tattiche. Ci provano in rapida successione Negro, due volte, e Rossini ma De brasi fa buona guardia. Poi nel giro di 180 secondi il Rende assesta un pesante uno-due: prima Awua si accentra dal vertice mancino e di destro fulmina De Brasi sul primo palo, poi Negro finalizza nel migliore dei modi un’accelerazione di Viteritti. Il Rende è praticamente padrone del campo e al minuto 21 con una combinazione Awua-Actis Goretta sfiora la terza rete ma in questo caso De Brasi ci mette una pezza. Nulla può a cavallo del minuto 27 quando Negro firma la personale doppietta dopo essere andato via sul filo del fuorigioco, saltato un avversario e di destro incrociato il pallone sul secondo palo. Il triplo vantaggio fa abbassare per un attimo la guardia al Rende che molla per un attimo la presa e da un’incomprensione difensiva nasce il gol di Fella che accorcia le distanze. Il pericolo e le urla di Modesto fanno alzare nuovamente l’asticella dell’attenzione e nel giro di tre minuti prima Negro al volo non centra lo specchio della porta, poi Rossini sugli sviluppi di un angolo di testa schiaccia a fil di palo. La ripresa parte con una Cavese che si butta a testa bassa in avanti alla ricerca del gol. Il forcing dei campani produce due angoli ed un calcio di punizione ma nessun reale pericolo. Modesto avverte che la squadra si sta abbassando un po’ troppo e decide di inserire forze fresche: dentro Vivacqua e Giannotti. La Cavese si affida al fraseggio per cercare lo spiraglio giusto ma il Rende chiude bene le linee di passaggio e agli uomini di Modica non resta che la soluzione dalla distanza. Il Rende al minuto 18 ha la grande occasione per chiudere il match: De Brasi atterra in area Vivacqua, l’arbitro indica concede il penalty. Sul dischetto va Actis Goretta: botta centrale che De Brasi con l’aiuto della traversa devia in angolo. L’ingresso di Bonetto al posto di un esausto Actis Goretta serve a dare maggiore equilibrio alla squadra ma è la Cavese a riaprire la gara sfruttando una palla lunga sul secondo palo ancora con Fella. La Cavese completa la rimonta al minuto 49 con Bacchetti che di testa batte ancora una volta Borsellini sfruttando una grossa ingenuità dei biancorossi.

Modesto suona la carica: «Il mio Rende non deve mollare mai» (Video)

RENDE – «Non abbiamo nessuna intenzione di mollare. Sappiamo che non sarà facile ma non ci riteniamo tagliati fuori». Il tecnico del Rende Modesto, in vista di quello che è un vero e proprio scontro diretto contro la Cavese, tiene alta l’asticella dell’attenzione consapevole che la sua squadra ha ancora delle chance da poter sfruttare per centrare un posto nei playoff. «Sappiamo di affrontare una squadra in salute ma questo non deve essere un problema. Abbiamo le qualità e le capacità per fare una partita importante».

Rende-Cavese si giocherà al “Razza” di Vibo Valentia

Il Rende Calcio comunica che la gara Rende-Cavese, valevole per la trentaduesima giornata del campionato di Serie C girone C, in programma domenica 24 marzo si giocherà al “Luigi Razza” di Vibo Valentia con inizio fissato alle 14,30.

La decisione è stata presa dopo la richiesta avanzata dal Rende Calcio per esigenze organizzative e dopo l’accordo intercorso tra le due società.

Rende-Cavese, parte la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che da oggi è attiva la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Cavese in programma domenica 24 marzo alle ore 14,30 e valevole per la trentaduesima giornata del campionato di serie C. I biglietti potranno essere acquistati secondo le seguenti modalità e orari:

venerdì segreteria settore giovanile “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 16 alle ore 18 

sabato botteghino stadio “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 10 alle ore 12
  • dalle ore 15 alle ore 18 

domenica recandosi al botteghino dello stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia:

  • dalle ore 10 in poi 

Questi i prezzi dei tre settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna unica: Adulti 15 €; Donne 10 €; Ragazzi (15-18 anni) 10 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Curva Locali: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Settore Ospiti: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis. A questi verrà applicato il diritto di prevendita

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 e nei seguenti punti vendita:

  • Cartoleria Tirrena su corso Mazzini

I tifosi potranno acquistare i tagliandi senza alcun tipo di carta di fidelizzazione o tessera del tifoso. La vendita chiuderà alle ore 19 di sabato 23 marzo.

Rende, sconfitta amara. Il derby alla Vibonese

Vibonese-Rende 1-0

VIBONESE (4-3-1-2): Zaccagno; Finizio Malberti Silvestri Tito; Prezioso (27’ st Ciotti); Obodo Scaccabarozzi; Melillo (17’ st Maciucca); Allegretti (6’ st Collodel) Bubas. In panchina Mengoni, Franchino, çani, Donnarumma, Taurino, Filogamo, D’Agostino, La Ragione, Buonocore. All: Orlandi

RENDE (3-4-3): Borsellini; Germinio (38’ st Leveque) Minelli Blaze (16’ st Zivkov); Viteritti Franco Rossini Giannotti; Borello Actis Goretta (16’ st Negro) Vivacqua. In panchina Savelloni, Palermo, Maddaloni, Laaribi, Calvanese, Bonetto. All: Modesto

ARBITRO: Cudini di Fermo

MARCATORI: 7’ pt Silvestri (V), 

NOTE – Spettatori 1074 per un incasso di 5335 euro. Ammoniti Germinio (R), Blaze (R). Angoli 4-3 in favore del Rende. Recuperi 0’ pt e 5’ st

VIBO VALENTIA – Ancora un ko per il Rende che questa volta è costretto a cedere i tre punti alla Vibonese alla fine di un derby intenso e combattuto. A decidere la gara la rete di Silvestri nel primo tempo, poi in campo la partita l’ha fatto la formazione di Modesto che però non è riuscita a concretizzare il grande possesso palla. 

Orlandi, viste le assenze on cui deve fare i conti, si affida ad un 4-3-1-2con Prezioso posizionato alle spalle della coppia d’attacco Allegretti-Bubas. Sul fronte Rende conferma per il 3-4-3 con Modesto che schiera Blaze sulla linea difensiva, Rossini a centrocampo al fianco di Franco, tridente offensivo Borello-Actis Goretta-Vivacqua. Dopo un buon inizio del Rende con un pressing alto che ha creato qualche difficoltà alla Vibonese, sono gli uomini di Orlandi a passare in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Tito, Silvestri trova lo spazio ed il tempo giusto e di testa mette la palla alle spalle di Borsellini. Il Rende prova a reagire con Vivacqua che intercetta un pallone vagante, assist per Actis Goretta che prova la botta dal limite ma Zaccagno fa buona guardia. Il match è piacevole con le due squadre che cercano costantemente la giocata: minuto 17 Melillo dai trenta metri cerca l’incrocio dei pali ma trova l’ottima reazione di Borsellini che devia in angolo. Il Rende a questo punto cerca di prendere in mano le redini del gioco confezionando in rapida successione tre palle-gol: Giannotti dal limite, Zaccagno è attento, Rossini al volo indirizza bene il diagonale ma sfiora il montante, chiude Borello ma anche questa volta il pallone scheggia il montante. Il Rende pareggia ma la rete di Actis Goretta viene annullata per una presunta spinta dello stesso attaccante ai danni di Silvestri. La ripresa si apre seguendo il medesimo copione della prima frazione: Rende a fare la partita, Vibonese tutta dietro la linea della palla pronta a ripartire. Ancora un gol annullato ad Actis Goretta, che deposita in rete dopo un errore della difesa, ma questa volta per l’assistente l’attaccante è in fuorigioco. Modesto butta nella mischia anche Negro per dare più sostanza al reparto offensivo con il Rende che staziona stabilmente nella metà campo della Vibonese. Il neo entrato ci prova da dentro l’area di rigore ma non sorprende Zaccagno. I biancorossi collezionano due angoli consecutivi ma a far paura è ancora Silvestri che sugli sviluppi di una palla inattiva impegna Borsellini. Il forcing del Rende produce al minuto 36 un’altra occasione con Vivacqua dal limite ma Zaccagno devia in angolo. Dentro anche Leveque nei minuti finali. Ma il gol del pari non arriva.