Categoria: news

I presidenti Coscarella e Iacucci sicuri: «Il nuovo “Lorenzon” grande opportunità”

RENDE – Ancora una volta il Rende Calcio farà da apripista. Il nuovo “Marco Lorenzon”, che riqualificherà gli spazi occupati dalla vecchia struttura, sarà un’opera innovativa e moderna che rispetterà tutti gli standard di sicurezza e comfort legati non solo alla fruizione di manifestazioni sportive.

Locali come gli sky box daranno la possibilità di vivere un’esperienza innovativa dell’evento, non mancheranno spazi commerciali quelli dedicati al sociale e al divertimento per i più piccoli. Con i suoi 8mila posti, tutti a sedere, l’opera è ormai una realtà concreta nata dalla sinergia, sempre più collaudata, tra il presidente Fabio Coscarella e il sindaco Marcello Manna, da sempre molto vicino ai colori biancorossi, che hanno creduto e voluto mettere in piedi un progetto che guarda al futuro senza però dimenticare il radicamento con il territorio.

Il progetto definitivo del nuovo stadio piace anche al presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci, da tempo convinto sostenitore dell’ideale caratterizzante il Rende Calcio con una serie di protocolli d’intesa che hanno dato la possibilità a tanti ragazzi, anche della provincia, di poter far parte della famiglia “Casa Rende”.  

Il presidente Fabio Coscarella ha illustrato i tratti distintivi di un’opera futuristica che ha come ulteriore obiettivo quella di includere tutte le realtà operanti sul territorio, in primis l’Unical, con la quale già da anni sono attivi diversi accordi legati allo sviluppo dello sport e dello studio.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente Franco Iacucci: «Da sempre la Provincia di Cosenza è vicina al mondo dello sport finalizzato anche all’aggregazione sociale. La sinergia pubblico-privato che porta alla riqualificazione della struttura del “Marco Lorenzon” è per il territorio una notizia di notevole importanza. La Provincia di Cosenza, da sempre sensibile a questo tipo di iniziative, già da tempo ha avuto modo di stare vicino al Rende Calcio e questo sostegno non lo farà mancare nemmeno in futuro».

Particolarmente soddisfatto per la stima e la vicinanza espressa il presidente Fabio Coscarella: «La vicinanza della Provincia di Cosenza e del presidente Iacucci oltre che onorarci ci da ancora più forza e consapevolezza nel portare avanti un progetto che regalerà alla città di Rende e alla Provincia di Cosenza un centro di aggregazione in cui i valori dello sport, quello sano, saranno i tratti dominanti». 

Il pari di Potenza condanna il Rende. Addio sogno playoff

Potenza-Rende 0-0

POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales Giosa Emerson; Coppola Ricci (35′ st Piccinni) Dettori (46′ st Matera) Panico (46′ st Sepe); Guaita Genchi (18′ st Lescano) Longo (18′ st Terracciano). In panchina Breza, Mazzoleni, Martino, Coccia, França, Di Modugno, Di Somma. All: Raffaele

RENDE (3-4-3): Borsellini; Germinio Maddaloni Sabato; Viteritti Franco Awua (4′ st Cipolla) Giannotti (4′ st Rossini); Borello Vivacqua (4′ st Actis Goretta) Leveque (4′ st Negro). In panchina Savelloni, Palermo, Minelli, Laaribi, Calvanese, Zivkov, Bonetto, Brignoli. All: Modesto

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido

NOTE – Spettatori 3161 per un incasso di 50727 euro. Espulsi al 46′ st Rossini (R) per proteste. Ammoniti Viteritti (R), Actis Goretta (R), Guaita (P), Franc0 (R). Angoli 5-4 in favore del Potenza. Recuperi 2’ pt e 5’ st

POTENZA – Un pari senza reti condanno il Rende a salutare i playoff. Contro un Potenza ben messo in campo la formazione di Modesto non riesce a centrare l’impresa che l’avrebbe proiettata verso il secondo turno in casa del Catania. Tanta buona volontà ma poche conclusioni in una gara che il Rende ha tenuto in vita fino al minuto 94 senza però riuscire a trovare il colpo della domenica. Si chiude così una stagione vissuta tra alti e bassi che conferma la bontà del progetto Rende.

Il tecnico Modesto sostituisce lo squalificato Blaze con Giannotti confermando nell’undici iniziale Maddaloni e Leveque presenti nella vittoriosa trasferta di Viterbo. Raffaele non potendo contare su França, in panchina, schiera Genchi al centro dell’attacco supportato da Guaita e Longo.

L’importanza della posta in palio si avverte soprattutto nei minuti iniziali della gara. Il Potenza, che può gestire due risultati su tre, prova a fare la partita cercando di sfruttare la maggiore fisicità dei vari Genchi, Giosa e Longo soprattutto sulle palle inattive. Di veri pericoli Borsellini non ne corre se non per due calci da fermo di Emerson: il primo deviato in angolo il secondo neutralizzato senza problemi. La formazione di Modesto, a causa del costante pressing dei padroni di casa, fatica a uscire palla al piede. Vivacqua fa a sportellate con Giosa ma di palloni puliti ne gestisce veramente pochi. L’unica vera occasione per i biancorossi arriva a cavallo del minuto 34 quando Awua dal limite su una seconda palla, non riesce ad inquadrare il bersaglio grosso. 

Nella ripresa il Potenza dopo 180 secondi potrebbe sbloccare il match ma il diagonale di Genchi lambisce il montante. Passano sessanta secondi e il tecnico Modesto cambia radicalmente il volto alla sua squadra. Dentro Negro, Actis Goretta, Rossini e Cipolla: chiara l’intenzione di dare maggiore fisicità e qualità al pacchetto offensivo. Ma nonostante il Rende riesca ad alzare di qualche metro il baricentro della manovra non riesce ad impensierire Ioime. Anzi è il Potenza con Guaita ad andare vicino al gol ma il tiro è alto. I biancorossi faticano a trovare spazi e soprattutto far lavorare agli attaccanti palloni puliti. I duelli uno contro uno non danno l’effetto sperato e tocca a Borsellini tenere a galla i suoi con un intervento importante su un tap in di Terracciano. Il forcing finale del Rende produce tante mischie in area e un colpo di testa (alto) di Rossini per del rosso per proteste.

Modesto: «Giochiamo questi playoff da Rende. Mente libera e spensieratezza» (Video)

RENDE – «Sarà una bella partita che giocheremo con la mente libera da blocchi e la consapevolezza di poter vincere». Il tecnico del Rende Francesco Modesto non intende fare pretattica anche perché la sua squadra nel match di domenica contro il Potenza avrà a disposizione solo un risultato per continuare ad alimentare il cammino nei playoff.

«Sappiamo di affrontare una squadra quadrata e che sa stare bene in campo, ma noi dobbiamo giocare da Rende con la brillantezza e la spensieratezza che hanno caratterizzato la nostra stagione. Sono convinto che possiamo ancora toglierci delle soddisfazioni».

Playoff Lega Pro, Potenza-Rende parte la prevendita dei tagliandi

RENDE – Potenza-Rende, gara valida per il primo turno dei playoff, si giocherà domenica 12 maggio con fischio d’inizio fissato alle 16,30.

Per quanto riguarda l’acquisto dei tagliandi riguardanti il settore ospiti potranno essere acquistati senza obbligo della tessera del tifoso, al costo di 12 euro + 1,50 euro per diritti di prevendita, mediante il circuito GO2 nel seguente punto vendita:

  • In Primafila via G. Marconi 140, Cosenza – tel: 0984795699    

La vendita chiuderà alle ore 19 di sabato 11 maggio.

Anche quest’anno il Rende va a scuola per “Il Calcio e Le ore di lezione”

CASTROVILLARI – Anche quest’anno il Rende Calcio ha partecipato al progetto “Il Calcio e Le ore di lezione” organizzato dalla FIGC per sensibilizzare i giovani sui temi legati al valore educativo dello Sport.

Quest’anno la manifestazione si è svolta in collaborazione con la scuola secondaria di primo grado di Castrovillari. All’incontro ha partecipato una delegazione del Rende Calcio rappresentata dai calciatori Domenico Franco e Orlando Viteritti.

Il tema dell’incontro è stato il “Rispetto delle regole….a tavola” dove staff ed atleti del Rende hanno illustrato il concetto del rispetto del proprio corpo e del vivere in modo sano con un’alimentazione equilibrata. Inoltre in concerto con il Dirigente scolastico Gianmarco Dambrosio e la responsabile Anna Degaio sono stati trattati insieme ai circa 120 ragazzi presenti temi legati al razzismo, Fair Play e calcio femminile, già curati dall’Istituto scolastico ma oggetto di confronto con calciatori e staff.

Il Rende sbanca Viterbo e adesso spera nei playoff

Viterbese-Rende 1-3

VITERBESE (3-4-3): Valentini; Atanasov Rinaldi Coda (9’ st Sini); Zerbin Tsonev Cenciarelli (13’ st Artioli)  Mignanelli; Polidori (1’ st Bismark) Pacilli (13’ st Coppola) Luppi (1’ st Molinaro). In panchina Demba, De Giorgi, Sparandeo, Milillo, Ferramisco, Celesti, Damiani. All: Calabro

RENDE (3-4-3): Borsellini (45’ st Palermo); Germinio Maddaloni Sabato; Viteritti (25’ st Cipolla) Franco Awua (45’ st Laaribi) Blaze; Borello Vivacqua Leveque. In panchina Savelloni, Minelli, Calvanese, Crusco, Zivkov, Bonetto, Brignoli. All: Modesto

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona

MARCATORI: 4’ pt Leveque (R), 7’ pt Zerbin (V), 15’ pt Borello (R), 2’ st Rinaldi (V, aut)

NOTE – Spettatori 1000 circa. Espulsi: al 32’ st Tsonev (V) per gioco falloso. Ammoniti Blaze (R), Borello (R). Angoli 3-3. Recuperi 1’ pt e 4’ st

VITERBO – Il Rende fa il suo, vince a Viterbo e adesso sarà spettatore, suo malgrado, del proprio destino che verrà scritto dai prossimi novanta minuti che i biancorossi vivranno davanti alla tv. Prova convincente quella che la formazione di Modesto ha sciorinato con tre reti e tante giocate di buona fattura contro una Viterbese che di fatto ha retto il ritmo solo per la prima mezzora. 

Squadre schierate a specchio dai due allenatori. Modesto ritrova Sabato in difesa e lancia dal primo minuto Leveque nel tridente offensivo insieme a Borello e Vivacqua. La risposta di Calabro è affidata ad un tridente composto da Polidori, Pacilli e Luppi.

Il Rende in pratica passa al primo vero affondo: Borello trova la linea di fondo e mette un pallone morbido all’interno dell’area piccola, Valentini non esce e Leveque non ha difficoltà a mettere il pallone in rete praticamente indisturbato. Nemmeno il tempo di rendersi conto del vantaggio che i biancorossi incassano la rete del pari: Pacilli manda in profondità Zerbin, la difesa del Rende sbaglia il tempo della chiusura, primo tiro respinto da Borsellini che sul tap in deciso non può nulla. La gara viene giocata dalle due formazioni su ritmi intensi e per il Rende trovare spazi è facile come al minuto 15 quando Awua stradina dai piedi di Tsonev un pallone a centrocampo va via in verticale e serve un assist perfetto per Borello che in diagonale non lascia scampo a Valentini. Il secondo vantaggio regala serenità alla formazione di Modesto che sembra essere padrona del campo alternando giocate in ampiezza a penetrazioni centrali.

La Viterbese non ci sta a perdere e sulla spinta dei nervi prova a rimettere in carreggiata la partita: cross di Pacilli per la testa di Polidori ma la deviazione non inquadra lo specchio della porta. I cambi di fronte mettono in seria difficoltà la Viterbese che rischia grosso al minuto 41 quando Viteritti pesca Blaze sul lato opposto e solo un intervento miracoloso di Atanasov nega al Rende la terza rete. Sul finire del tempo ancora Rende: prima Borello aggira bene Rinaldi ma al momento del tiro si defila troppo e non inquadra lo specchio della porta, poi tocca a Vivacqua, partiti in contropiede, a non trovare la porta con un tiro dal limite. 

La ripresa si apre nel migliore dei modi per la formazione di Modesto che trova la terza rete dopo nemmeno 120 secondi: Vivacqua mette in mezzo un pallone velenoso e Rinaldi, pressato da Borello, in scivolata infila l’incolpevole Valentini. Calabro prova a rimediare inserendo Bismark e Molinaro con l’intento di dare maggiore peso offensivo. Il doppio svantaggio stordisce la Viterbese e il tecnico effettua nel giro di poco altri tre cambi per cercare di cambiare l’inerzia della gara. Ma il Rende tiene bene il campo e prova a sfruttare le ripartenza con Borello e Vivacqua sempre pericolosi. La formazione di casa, complice anche le tante partite che è costretta a giocare, cala notevolmente il ritmo affidandosi ad estemporanee soluzioni individuali: tiro dai venticinque metri di Tsonev che Borsellini devia in angolo. Il match è in pieno controllo dei biancorossi che sfruttano anche la superiorità numerica per il rosso diretto a Tsonev. Da segnalare anche l’esordio del millenial Palermo alla prima tra i pali con la maglia del Rende. 

Rende obbligato a vincere. Modesto: «Solo con i tre punti si potrà sperare» (Video)

RENDE – Ultimi novanta minuti per il Rende che domani affronterà la Viterbese con l’obbligo di vincere per alimentare ancora la speranza di poter ambire all’ultimo posto utile per i playoff. I biancorossi di Modesto sanno bene di non poter commettere passi falsi in una gara che da solo potrebbe non bastare. Serviranno, infatti, tutta una serie di incastri negli ultimi novanta minuti della stagione con il rende che farà da spettatore interessato.

«Sappiamo che il passo falso con il Trapani ha ridotto le possibilità di agganciare i playoff – afferma il tecnico Modesto – Ma nel calcio nulla è mai scontato. Non chiudiamo le porte a patto però che da Viterbo si torni con i tre punti».

Il tecnico Modesto nel corso della conferenza stampa

Rende un altro ko amaro. Il Trapani si aggrappa ad Evacuo

Rende-Trapani 0-1

RENDE (3-4-3): Borsellini; Germinio Maddaloni Blaze (32’ st Zivkov); Viteritti Franco Awua (7’ st Cipolla) Giannotti; Borello (44’ st Leveque) Vivacqua Rossini (32’ st Bonetto). In panchina Savelloni, Palermo, Minelli, Laaribi, Calvanese, Crusco. All: Modesto

TRAPANI (4-3-3): Dini; Scrugli (32’ st Ramos)Da Silvia Scognamillo Lomolino (37’ st Franco); Aloi Toscano Costa Ferreira; Ferretti Evacuo Fedato (12’ st Tulli). In panchina Cavalli, Ferrara, Mulè, Tolomello, D’Angelo, Golfo, Mastalli. All: Italiano. 

ARBITRO: Zingarelli di Siena

MARCATORI: 25’ st Evacuo (T)

NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti Awua (R), Giannotti (R), Aloi (T), Germinio (R). Angoli 3-1 in favore del Trapani. Recuperi 0’ pt e 6’ st

VIBO VALENTIA – Vince il Trapani, recrimina il Rende. Un gol di Evacuo consente ai siciliani di consolidare il secondo posto e, probabilmente, condanna il Rende a salutare i playoff. Nella penultima di campionato i biancorossi incassano un ko che sicuramente non meritavano alla fine di una gara giocata a fasi alterne ma allo stesso livello della vicecapolista. La differenza l’ha fatta Evacuo.

Modesto deve fare a meno di Actis Goretta, infortunato, e Sabato, squalificato. Rossini viene avanzato nel tridente, Giannotti schierato a centrocampo e Blaze a completare la linea difensiva. Italiano risponde con un tridente pesante composto da Ferretti, Evacuo e Fedato con Costa Ferreira libero di inserirsi da sinistra. Le due squadre hanno in comune l’obiettivo di fare risultato: il Rende per alimentare la volata playoff, il Trapani per blindare il secondo posto.

Il primo brivido al Rende lo porta Costa Ferreira che dopo 13 minuti dal limite sfiora la traversa con un destro velenoso. Italiano chiede alla sua squadra di pressare alto ma il Rende esce bene palla al piede. Ma è il Trapani a rendersi ancora pericoloso: nel giro di pochi secondi prima Ferretti sfiora il montante e successivamente Costa Ferreira centro in piano il palo dalla media distanza. Alla mezz’ora è ancora la formazione di Italiano a cercare la via della rete ma Evacuo lanciato a campo aperto viene fermato da una perfetta uscita di Borsellini. 

Il Rende inizia la ripresa con un piglio diverso. Dopo nemmeno un giro di lancette Vivacqua dal vertice sinistro dell’area strozza troppo la conclusione e sfiora solo il palo. La squadra di Modesto sembra essere più brillante e mette in difficoltà un Trapani che contestualmente ha arretrato il baricentro della propria manovra. Ne è logica conseguenza la combinazione in verticale Cipolla-Vivacqua con il tocco d’esterno dell’attaccante che sfiora il palo a Dini battuto. La risposta del Trapani non si fa attendere: Toscano rifinisce per Evacuo mezza rovesciata bella da vedere ma poco incisiva. L’attaccante del Trapani si rifà al minuto 25 sfruttando un ottimo cross di Scrugli e un’errata lettura della difesa del Rende che lo ha lasciato tutto solo a colpire di testa. La formazione di Modesto ha la grande occasione per rimettere la gara in carreggiata al minuto 35: Borello serve un assist importante a Bonetto che calcia a botta sicura ma Dini con una mano firma un vero e proprio miracolo. Il Rende ci crede e si butta in avanti alla ricerca del pari. Annullato un gol a Cipolla per una dubbia posizione di offside nonostante le proteste del tecnico Modesto e i tutta la panchina. Non bastano i sei minuti di recupero concessi per evitare la sconfitta.

Rende pronto alla volata finale. Modesto: «Sappiamo bene quello che dobbiamo fare» (Video)

RENDE – Ultimi 180 minuti della stagione regolare. Il Rende, sul neutro di Vibo Valentia, se la dovrà vedere con la vicecapolista del girone con l’obbligo di dover fare risultato per continuare ad alimentare le speranze playoff. Non è un mistero che servono sei punti nelle ultime due gare per restare in scia sperando poi in qualche incastro favorevole. Il tecnico biancorosso Modesto non fa mistero della volontà sua e della squadra di chiudere la stagione regolare in crescendo.

«Sappiamo bene quello che dobbiamo fare e abbiamo i mezzi per farlo. Difronte avremo un avversario importante, seconda forza del campionato e con una mentalità che lo porta sempre a giocare per vincere. Dovremo essere bravi a vincere i duelli uno contro uno ed essere cinici sottoposta».

Il tecnico Modesto in conferenza stampa

Rende-Trapani, parte la prevendita dei tagliandi

Il Rende Calcio comunica che da oggi è attiva la prevendita dei tagliandi per la gara Rende-Trapani in programma sabato 20 aprile alle ore 14,30 e valevole per la trentaseiesima giornata del campionato di serie C. Si giocherà al “Luigi Razza” di Vibo Valentia. I biglietti potranno essere acquistati secondo le seguenti modalità e orari:

giovedì segreteria settore giovanile “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 15 alle ore 18 

venerdì botteghino stadio “Marco Lorenzon”:

  • dalle ore 15 alle ore 18 

sabato recandosi al botteghino dello stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia:

  • dalle ore 10 in poi 

Questi i prezzi dei tre settori aperti alla vendita: 

  • Tribuna unica: Adulti 15 €; Donne 10 €; Ragazzi (15-18 anni) 10 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Curva Locali: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis
  • Settore Ospiti: Adulti 10 €; Donne 5 €; Ragazzi (15-18 anni) 5 €; Ragazzi (0-14 anni) gratis. A questi verrà applicato il diritto di prevendita

Per quanto riguarda il settore ospiti i tagliandi potranno essere acquistati mediante il circuito GO2 e nei seguenti punti vendita:C

  • Ctf Moramar Viaggi Piazza Umberto I, 10-11 Trapani

I tifosi potranno acquistare i tagliandi senza alcun tipo di carta di fidelizzazione o tessera del tifoso. La vendita chiuderà alle ore 19 di venerdì 23 marzo.